Giovedì, 27 Febbraio 2020 15:12

COLPO DI SCENA/ Slitta a domani firma accordo tra Ilva in as e ArcelorMittal: problema tecnico o divergenze tra i ministri? In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 Rinviata la firma dell’accordo tra ArcelorMittal e Ilva in amministrazione straordinaria. La firma era prevista domani,così come stabilito dalle parti lo scorso 7 febbraio quando hanno ottenuto dal Tribunale di Milano il rinvio al 6 marzo dell’udienza in merito ai ricorsi presentati a novembre: atto di citazione di Mittal verso i commissari Ilva, con recesso del gestore dal contratto di fitto, e ricorso cautelare urgente di Ilva contro Mittal. Col rinvio, la firma slitterebbe agli inizi della prossima settimana. La ragione sarebbe tecnica, nel senso che va completata la procedura con l’acquisizione delle firme dei ministri interessati, anche se alcune fonti non escluderebbero divergenze tra ministri.

 

 Il Mise, in particolare, avrebbe chiesto tempo ulteriore, considerato il fronte polemico aperto dal sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, che proprio oggi ha firmato una ordinanza con la quale stabilisce per  ArcelorMittal, gestore della fabbrica, e Ilva in amministrazione straordinaria, proprietaria degli impianti, 30 giorni di tempo per individuare le sorgenti emissive - alla luce degli episodi denunciati in questi giorni - e risolvere le criticità conseguenti. Il sindaco di Taranto dispone nell’ordinanza anche lo stop entro 60 giorni agli impianti acciaierie, altiforni, agglomerato e cokerie qualora le criticità non fossero individuate e risolte. Anche altre fonti ribadiscono tuttavia che il rinvio è solo tecnico, e non politico. “Essendo una modifica di contratto, vanno effettuati una serie di passaggi tecnici. La firma va apposta a Milano, presso lo studio dello stesso notaio dove il contratto è stato sottoscritto, e nelle poche ore che ci separano a domani, questi aspetti non si riescono a chiudere tutti - dicono altre fonti -. Ma la firma ci sarà, al massimo tra martedì e mercoledì della prossima settimana”.

Letto 285 volte Ultima modifica il Giovedì, 27 Febbraio 2020 15:16