Lunedì, 13 Gennaio 2020 15:19

ECOSISTEMA TARANTO/ Il Comune “stiamo gettando le basi per una riconversione economica della città” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Da città segnata dall’acciaio a città che punta alla sostenibilità ambientale e alla diversificazione dell’economia con una strategia di transizione economica, energetica e ambientale. Il Comune di Taranto traccia un bilancio positivo del confronto avuto per due giorni col nuovo progetto con i diversi attori sociali e afferma che “con Ecosistema Taranto si stanno gettando le basi per una riconversione economica "finalmente" decisa dalla comunità tarantina, che sappia riconoscere e riconnettere tutti quegli elementi di resilienza che possono risanare il lungo trauma di un territorio legato da troppe generazioni alla monocoltura dell'acciaio”. Secondo il Comune, “il trauma non è il fallimento del mercato del siderurgico ma la crisi di sistema indotta dal legame simbiotico, e quasi esclusivo,tra l'economia del territorio tarantino e l'acciaio. Una simbiosi che ha deteriorato  identità, ambiente e risorse, togliendo all'ecosistema la peculiare capacità di rigenerarsi”.

 

L’attuale amministrazione comunale afferma che “in due  due anni di analisi e azioni”, sono stati individuati gli “elementi di resilienza che rendono possibile il processo di rigenerazione dell'Ecosistema Taranto. Proprio quegli agenti di resilienza, nelle due giornate del Fusco”, il teatro comunale dove si è svolto il confronto, “hanno potuto riconoscersi e dialogare tra loro, nel segno della continuità rispetto al dialogo diretto con l’amministrazione”. Così, rileva il Comune di Taranto, “sono stati avviati percorsi, che ora, con la consapevolezza maturata, si sta mettendo a sistema in una governance condivisa della transizione economica, ecologica ed energetica della città di Taranto”. Si avrà, secondo l’amministrazione comunale, “una transizione da sistema chiuso e spezzato a ecosistema resiliente. Questo programma confluirà nel Patto dei Sindaci per il cambiamento climatico e nel dossier per la Città della Cultura 2021. Il paradigma della sostenibilità - si sottolinea - è il vero collante della comunità del cambiamento che si è incontrata al Fusco. Ognuno degli attori sociali ed economici è impegnato, o sarà impegnato, insieme alle direzioni e all'Urban Transition Center in progetti che hanno la visione e la spinta vitale di Ecosistema Taranto”. Adesso prossima tappa sarà la sottoscrizione il 31 gennaio a Taranto di un accordo con l’Asvis, l’Associazione per lo sviluppo  sostenibile guidata dall’ex ministro del Lavoro ed ex presidente Istat, Enrico Giovannini. Asvis e Istat monitoreranno lo stato di avanzamento del nuovo progetto.

Letto 62 volte