Sabato, 14 Dicembre 2019 18:14

PIANO STRATEGICO/ Sannicandro “ vogliamo definire una visione condivisa del futuro che riguarda infrastrutture, welfare, ambiente, economia“ In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Il sindaco Melucci “il piano faccia da cabina di regia”


Il piano strategico Taranto è partito un anno fa, dalla legge regionale per Taranto, ed ora comincia la fase di attuazione. Noi come Asset, l’Agenzia della Regione Puglia per lo sviluppo sostenibile, abbiamo fatto una attività di coordinamento. Il piano é fatto da tutti. Abbiamo elaborato un documento programmatico, approvato un mese fa dalla giunta regionale, è stato poi condiviso con il Comune ed una serie di istituzioni, ed ora parte la fase attuativa”. Lo ha detto Elio Sannicandro, direttore generale Asset Puglia, intervenendo oggi a Taranto alla presentazione del piano.

 

“Il piano - ha spiegato - è multidisciplinare. Riguarda infrastrutture, welfare, ambiente, economia. Il piano vuole definire una visione condivisa del futuro di questa area così delicata. Parliamo di Taranto e dell’arco ionico”. Per Sannicandro, “l’elemento fondamentale è la visione. Sembra semplice, invece è importante. La visione è ambiente, mare, cultura. Ambiente significa bonifiche, salute e i temi su cui Taranto, la Regione, il Comune e un po’ tutti quanti sono impegnati. Il mare significa porto e blue economy, quindi tutto ciò che può nascere attorno alla economia del mare. Il terzo elemento riguarda i beni culturali, la loro valorizzazione e tutela, e partono una serie di altri assi strategici d economici su cui la città di Taranto ha potenzialità enormi”.

   Circa la dotazione complessiva di 1,328 miliardi, Sannicandro ha spiegato che “noi non abbiamo messo risorse. Abbiamo mappato in maniera georeferenziata tutti gli interventi che sono attualmente in atto a Taranto. E che sono programmati, o progettati o in fase di attuazione, questi ultimi ancora pochi. Però esistono. Sono finanziamenti statali, regionali o di altre amministrazioni. Sono risorse che ci sono già”. 

 "Col piano strategico Taranto, che è uno strumento dinamico, eravamo già partiti. Stiamo  trasmettendo sempre nuove osservazioni e stiamo facendo in modo che sia uno strumento che faccia un pò da cabina di regia delle tante misure che oggi sono su diversi tavoli". ha dichiarato il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci.

 

   "Siamo fiduciosi - ha dichiarato il sindaco di Taranto -, vediamo come evolve la situazione". Interpellato sul fatto se il piano strategico Taranto si integri col Contratto istituzionale di sviluppo, che è l’altro strumento messo in campo da qualche anno per Taranto dal Governo, il sindaco Melucci ha dichiarato che “dobbiamo un po’ capire come si trasforma questo Contratto istituzionale di sviluppo”. In attesa, ha specificato il sindaco, “il piano strategico che ha avuto momenti di partecipazione molto importanti, è il piano che dovrebbe un po’ fare da coordinamento di tante risorse".