Domenica, 10 Novembre 2019 18:18

CALCIO/ Taranto: Tris di vittorie per i rossoblù che stendono l'Agropoli 5-0 e agganciano il secondo posto In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Panarelli: Ottima prestazione del gruppo, ora non dobbiamo esaltarci.” D'Agostino: “Bravi a mettere in discesa la gara, continuiamo così senza fare calcoli.”

 
 
 

di Andrea Loiacono
 
 
 
Dal ritorno di mister Panarelli sulla panchina del Taranto i rossoblù sanno solo vincere. Gli ionici nell'11^ giornata del girone H di serie D sconfiggono con un netto 5-0 l'Agropoli dell'ex rossoblù Gianluca Procopio e raggiungono la seconda posizione in classifica anche grazie alla sconfitta inaspettata in casa da parte del Foggia sotto i colpi del Sorrento e del pari per 4-4 tra Nocerina e Fasano.
 
 
 
Davanti a circa tremila spettatori il Taranto scende in campo con una novità rispetto alla vittoriosa trasferta contro il Gladiator. Panarelli porta inizialmente Guaita in panchina preferendogli Favetta. Genchi viene arretrato nel trio alle spalle della punta Favetta che torna titolare. Per il resto non ci sono variazioni con Ferrara che stringe i denti e scende regolarmente in campo sull'out mancino della difesa. Il Taranto parte fortissimo e al 1' è già in vantaggio grazie a D'Agostino che dalla distanza raccoglie di sinistro la sfera che rimbalza e la scaraventa alle spalle del portiere Sanchez. Oggiano al 4' scende sulla fascia e crossa al centro per la testa di Favetta che incorna di testa ma l'estremo difensore campano compie un miracolo. Al 16' l'Agropoli prova ad affacciarsi dalle parti di Sposito conquistando un calcio d'angolo. Sugli sviluppi Slazzo colpisce la sfera di testa che viene allontanata sulla linea con i campani che reclamano un rigore. Il Taranto abbassa leggermente i ritmi e fa trascorrere qualche minuto sul cronometro; al 30' però c'è un altra azione pericolosa con Oggiano che effettua un gran tiro a giro che sbatte sul palo interno e termina fuori. L'esterno offensivo sardo ci riprova al 39' con una serie di finte e un tiro che questa volta si insacca. Per lui si tratta della seconda rete consecutiva in campionato. Al 42' c'è una bella triangolazione tra Pelliccia Genchi e Cuccurullo con quest'ultimo che calcia ma Sanchez si supera ancora. Al 45' Kamara imbeccato bene da Cozolino calcia alto sopra la traversa della porta di Sposito. Al 46' il Taranto cala il tris con Favetta che riceve palla da Genchi il quale serve all'attaccante rossoblù una palla solo da spingere in rete. Al 48' in pieno recupero Genchi raccoglie meritatamente i frutti del suo gioco siglando il 4-0 su assist di D'Agostino. Termina con questo ampio vantaggio per gli ionici il primo tempo.
 
 
 
La ripresa comincia senza ca,bi tra le fila del Taranto; al 47' D'Agostino serve Genchi che calcia alto. Al 50' ancora Genchi sugli scudi; l'attaccante barese si presenta davanti a Sanchez e lo trafigge per la seconda volta fissando il risultato sul 5-0. Al 51' l'Agropoli si fa minacioso con una conclusione di Serrati ben respinta da Sposito. Al 52' nel Taranto entrano Guaita e Marino al posto di Oggiano e Pelliccia. Al 60' entra Matute al posto di Genchi che riceve gli applausi del pubblico. Al 69' entra Croce per D'Agostino anche lui molto applaudito dai supporters presenti allo Iacovone. Al 72' il Taranto potrebbe segnare ancora grazie a una gran conclusione d fuori di Matute che termina alta. All'82' c'è ancora un'occasione per il Taranto con Croce che sugli sviluppi di calcio d'angolo effettua una sforbiciata con Sanchez immobile. Dopo 4' di recuper l'arbitro fischia la fine e il Taranto può festeggiare, la rincorsa al primo posto occupato dal Monopoli ha inizio.
 
 
 
Al termine della gara parole di elogio verso la squadra vengono pronunciate dal tecnico Luigi Panarelli: “Oggi era una partita difficile.anche perché noi quando scendiamo in campo abbiamo un solo risultato a disposizione. Sono contento per i ragazzi perché vincere aiuta a lavorare meglio in settimana e soprattutto perché innalza il livello di autostima. Abbiamo disputato le ultime due partite senza subire gol e anche se questo dato mi fa indubbiamente piacere penso che la prima difes della squadra sia rappresentata dall'attacco che in fase di non possesso deve fare i giusti movimenti. Siamo una squadra che per ottenere le vittorie non può prescindere dalle prestazioni.Adesso che abbiamo vinto questa partita in modo convincente non possiamo però montarci la testa, dobbiamo rimanere con i piedi per terra. La classifica onestamente non mi interessa, quello che ci deve interessare sono le vittorie e i miglioramenti. I ragazzi stanno assimilando rapidamente i miei concetti e se vogliamo giocare con uno schieramento offensivo con due punte come accaduto oggi dobbiamo saper fare i movimenti giusti in fase di non possesso. Di questo oggi sono contento, gli attaccanti hanno concesso ai nostri difensori e centrocampisti di tenere la linea alta. La gara di Francavilla in Sinni non sarà facile ma non lo era neanche quella di oggi. Siamo stati bravi noi a semplificarla ma l'Agropoli è una squadra giovane che domenica scorsa ha subito il pari dal Fasano in pieno recupero ed è stata anche l'unica a battere il Bitonto.Tutti i giocatori sono importanti per me, esiste un gruppo con delle regole che vanno rispettata; dobbiamo continuare sulla strada intrapresa.”

 

Letto 116 volte