Domenica, 09 Giugno 2019 18:15

Politica/ “ Da alcuni mesi le scelte politiche del nostro Sindaco Rinaldo Melucci si sono rivelate erronee”. Lo sostiene in una nota Davide De Fazio. In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nel comunicato inviato agli organi Di informazione si criticano le scelte riguardanti la composizione della nuova giunta.

 

“Credo fermamente che in ambito politico - sostiene De Fazio - debbano essere rispettati i principi di legalità, trasparenza e moralità, che devono essere fondamento di ogni società civile che si rispetti. In tale ottica, - prosegue - mi duole evidenziare come da alcuni mesi le scelte politiche del nostro Sindaco Rinaldo Melucci si siano rivelate erronee, specialmente nella individuazione dei suoi partners politici. Ho cercato nel mio piccolo di rappresentare al nostro Sindaco le mie perplessità in merito alle scelte da lui effettuate in quest' ultimo periodo di gestione amministrativa, ma lo stesso, come suo sacrosanto diritto, non ha preso in considerazione le mie rimostranze. Tuttavia, l'amore per la mia città e il rispetto che nutro per i miei concittadini, mi costringono a rendere pubbliche le motivazioni che mi hanno portato a criticare le predette scelte politiche. Sicuramente tra tutti gli errori di valutazione commessi, quello più evidente da parte del Sindaco è stato privare il Partito Democratico di Taranto, che conta ben otto consiglieri di maggioranza, di due suoi assessori Massimiliano Motolese e Simona Scarpati, per accontentare le pretese politiche dei consiglieri Cisberto Zaccheo e Salvatore Brisci. Se la prima di affidare al PSI, che conta un solo consigliere, la carica di vicesindaco e le pesanti deleghe delle Risorse Umane e delle Società Partecipate, è sbagliato da un punto strettamente politico, l'altra è criticabile anche da un lato morale. Ricordiamo infatti, che l'ex assessore Simona Scarpati, aveva nella passata Giunta la delega ai Servizi Sociali, delega di vitale importanza per una città come Taranto, che le è stata revocata, per affidarla all'ex consigliere del centrodestra di Pulsano, Gabriella Ficocelli. Come è risaputo, questa nomina è stata fortemente voluta dal consigliere Salvatore Brisci. Lo stesso Brisci che con sentenza numero 370 del 18 agosto 2008 della Corte di Appello di Lecce, sezione distaccata di Taranto, divenuta irrevocabile, a seguito di patteggiamento, il 03 dicembre 2008, è stato condannato ad un anno e dieci mesi di reclusione per il reato di usura ex articolo 644 del codice penale. Per questa ragione, ritengo che il consigliere Salvatore Brisci sia la persona meno idonea a cui affidare scelte così importanti per la nostra comunità. Tengo a precisare che in questa valutazione, non voglio entrare assolutamente nell'ambito giudiziario della vicenda che non mi compete, ma voglio rimanere unicamente sul piano strettamente politico e morale. A questo punto, mi corre l'obbligo di rivolgere un accorato invito ai consiglieri del PD di Taranto, a cui mi onoro di appartenere, affinché mettano da parte le loro divergenze e ritrovino un' unità di intenti, al fine di rappresentare al Sindaco Rinaldo Melucci gli errori politici che sta commettendo e ricordargli che essendo un alto esponente del predetto Partito, con il suo erroneo comportamento politico, sta fortemente penalizzando e umiliando il Partito Democratico di Taranto. Anche se politicamente isolato, continuerò - conclude- come sempre ho fatto, nella mia battaglia tesa al rispetto della legalità, della trasparenza e della moralità nella politica locale e nella pubblica amministrazione cittadina, valori che sono sempre stati parte integrante del mio modo di essere e di agire”.

Letto 366 volte Ultima modifica il Domenica, 09 Giugno 2019 20:17