Lunedì, 06 Maggio 2019 14:16

CALCIO/ Taranto:” I rossoblù chiudono con una sconfitta la stagione regolare. A Sorrento i padroni di casa si impongono per 2-1 In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Mister Panarelli: “Prestazione inaccettabile, nei play-off servirà un Taranto diverso. Mister Maiuri: “ Concludiamo in bellezza una stagione esaltante. D'Agostino: “ Approccio sbagliato, pensiamo ai play-off.”

 

di Andrea Loiacono

 

Un brutto Taranto chiude nel peggiore dei modi la stagione regolare piazzandosi al terzo posto in classifica del girone h di serie D con 71 punti. Sfuma dunque l'aggancio al secondo posto anche a causa della contemporanea vittoria del Cerignola per 3-2 contro il Francavilla in Sinni. Il Picerno invece, nonostante i tre punti di penalizzazione inflitti dalla sentenza di secondo grado in seguito ai fatti di Picerno-Taranto batte il Bitonto e conquista una storica promozione in Lega Pro.

 

Il Taranto che scende in campo allo stadio “Italia” di Sorrento è in formazione rimaneggiata con Pellegrino, Pelliccia, Marsili e Esposito fuori per infortunio e Di Senso, Bova, Croce e Di Bari out per squalifica. Panarelli schiera Guadagno a centrocampo. In attacco il trio di mezze punte è composto da Salatino, D'Agostino e Oggiano alle spalle di Favetta. Pronti via e il Taranto dopo 9' è già in svantaggio. Guarro dalla sinistra crossa verso il centro, Menna intercetta con un braccio e per il direttore di gara non ci sono dubbi, è calcio di rigore. Dal dischetto Herrera porta avanti la formazione rossonera allenata dall'ex Vincenzo Maiuri. Il Taranto stenta a reagire e la formazione rossoblu appare priva di idee e voglia di correre. Si conclude così il primo tempo con il risultato sull'1-0 per i padroni di casa. Nella ripresa la storia non cambia con il Sorrento che palleggia bene soprattutto con Gargiulo e Herrera. Al 12' della ripresa su un cross dalla sinistra il Sorrento raddoppia con Gargiulo che approfitta della corta respinta di Antonino autore comunque di una buona prestazione. Il Taranto stenta a reagire se non nei minuti finali quando all'88' D'Agostino dai venti metri calcia una punizione magistrale che si insacca sotto l'incrocio. Il Taranto si rianima e nei 5 minuti restanti sfiora per tre volte il pareggio con Oggiano, Bonavolonta e Favetta ma l'estremo difensore Stanga nega ai rossoblù la gioia del pareggio.

 

A Fine gara tutta l'amarezza per una sconfitta meritata traspare dalle parole del tecnico rossoblù Panarelli: “Non ci possiamo permettere una prestazione simile a livello mentale. Oggi non possiamo parlare di calcio giocato né di schemi. Mi ero raccomandato con la squadra; posso capire le dinamiche che ci sono state durante l'anno e anche recentemente con il ricorso ma non fanno parte di noi. A me interessa sistemare subito la situazione. Avevo già parlato con i ragazzi a fine primo tempo e ci ho parlato a fine gara, dobbiamo approcciarci con una mentalità diversa. Noi dobbiamo fare dei grandi play-off per portare a casa il risultato pieno.

 

Soddisfatto invece mister Maiuri, ex calciatore ed allenatore del Taranto: “Penso sia stata una vittoria meritata, giunta in condizioni mentali non facili in quanto avevamo già raggiunto la salvezza. Nonostante questo la squadra ha sfoderato una grande prestazione, abbiamo chiuso al decimo posto che era impensabile fino a qualche mese fa. Complimenti a questi giovani ragazzi. Il Taranto deve andare in C assolutamente, questa non è una categoria che compete a una città di duecentomila abitanti con una tifoseria del genere.”

 

Letto 174 volte