Stampa questa pagina
Giovedì, 07 Marzo 2019 18:32

Taranto/ Emergenza Ambiente:l’ex Assessore Michele Mazzarano sulla questione inquinamento paragona il Pd jonico al M5S. Pericoloso negare i dati. In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

“La situazione ambientale di Taranto è fuori controllo. Anziché esprimere vicinanza alle associazioni e ai genitori dei bambini morti a causa dell’inquinamento, il Pd locale e il M5S si associano nel drammatico gioco della manipolazione dei dati sulle emissioni pubblicati dalle associazioni ambientaliste e confermate da Arpa Puglia”. 
Questo il commento del consigliere regionale del Partito Democratico, Michele Mazzarano, dopo la notizia, confermata dall’Arpa Puglia, secondo la quale negli ultimi mesi a Taranto si è registrato un aumento significativo dei dati sull’inquinamento”. 
“Di fronte ad un dramma di queste proporzioni - ha aggiunto Mazzarano - deve essere dovere di tutti schierarsi dalla parte dei cittadini che protestano e dei genitori che hanno perso i propri figli per malattie oncologiche. 
“L’immagine del Palazzo del Comune sotto l’assedio dei manifestanti è la plastica dimostrazione di una grave crisi ambientale e istituzionale che sta piegando la Città di Taranto, frutto di assenza totale di dialogo e di confronto con chi si batte per il diritto alla vita. La manipolazione delle note di Arpa Puglia operata dai deputati grillini e dal segretario locale del Pd, sono la fotografia di una “imbarazzante equivicinanza” alla difesa dello “status quo”, di coloro cioè che intendono negare che esistono problemi di aggravamento della situazione ambientale e sanitaria del territorio. Il Pd lo fa per continuare a difendere i provvedimenti del Governo Renzi, il M5S per difendere le scelte del Ministro Di Maio; e per l’eterogenesi dei fini, sostengono la stessa discutibilissima posizione. 
“Bene ha fatto il Presidente Emiliano a disporre a breve termine una rigorosa Valutazione del Danno Sanitario, coinvolgendo oltre gli enti e le agenzie strumentali della Regione, anche le più autorevoli istituzioni internazionali. Perché è giusto che chi ha il dovere di intervenire sia supportato dal rigore scientifico. 
“Al contrario, negare a priori l’evidenza dei fatti solo ed esclusivamente per calcoli politici - ha concluso Mazzarano - è un comportamento grave e dannoso per il territorio”.
Letto 253 volte Ultima modifica il Giovedì, 07 Marzo 2019 18:42
Giornalista1

Ultimi da Giornalista1