Lunedì, 19 Novembre 2018 12:15

CALCIO / Taranto: I rossoblu sprecano troppo e non vanno oltre il pareggio In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Mister Panarelli:” Giocata una buona partita, risultato bugiardo.” D'Agostino: “ In questo momento non siamo fortunati, dobbiamo dare tutti di più.”

 

di Andrea Loiacono

 

Un Taranto sprecone e poco preciso non va oltre l'1a1 in casa contro la Gelbison collezionando il secondo pareggio di fila e vedendo così allontanarsi la battistrada Picerno. La partita è stata ccaratterizzata da un errore grossolano del portiere Cavalli da cui è nato il vantaggio dei campani. Il Taranto dal canto suo ha attaccato per tutta la partita trovando il pari al 2' della ripresa con D'Agostino su calcio di rigore, ma non è poi riuscito a perforare la difesa avversaria che ha eretto un vero e proprio muro a protezione dell'area di rigore. Al termine del match il tecnico Luigi Panarelli non è soddisfatto del pareggio al contrario della prestazione:”Abbiamo raccolto molto meno di quanto abbiamo creato, credo che questa con 17-18 occasioni da rete create sia la migliore partita che abbiamo giocato fino ad oggi. C'è grande delusione ma il campionato non è finito e noi ce la metteremo tutta. Non credo ci sia stato un problema di cattiveria sotto porta. Nel primo tempo ci sono state innumerevoli parate da parte del portiere. Degli errori dei singoli non voglio parlare anche se è chiaro che l'indecisione c'è stata ed è sotto gli occhi di tutti. Andiamo avanti e lavoriamo, in questo momento è l'unica risposta che possiamo dare. Per quanto riguarda l'attacco ho sempre detto che anche numericamente siamo un po' corti, fra poco aprirà il mercato di dicembre e vedremo cosa la società potrà fare. Non credo neanche che questa squadra abbia un problema mentale perché quando si gioca come oggi colpendo due legni e mettendo sotto una squadra che fuori casa aveva messo in difficoltà un po' tutti, non ci può essere un problema psicologico. Abbiamo dei ragazzi che stanno crescendo, oggi Ferrara ja dimostrato di poter giocare benissimo anche da centrale e ha fatto una grande partita. Per quanto riguarda la classifica è chiaro che la guardiamo ma dobbiamo dare il massimo e cercare di stare il più attaccati possibile alla prima.”

 

In sala stampa si presenta anche l'autore del gol, il capocannoniere del Taranto con 7 reti, Stefano D'Agostino: “ Si è trattato di una partita stregata che fino all'ultimo abbiamo provato a portare dalla nostra parte. Non abbiamo mai subito un'azione della Gelbison in tutta la gara e questo la dice lunga sul suo andamento. In questo momento non si può neanche parlare di gol sbagliati, dobbiamo andare a Nardò domenica prossima per reagire. Ho voluto dedicare il gol a Cavalli perché per lui non è stata una partita semplice, ha sbagliato uno stop cosa che può succedere a tutti. È

un ragazzo con delle qualità che nutre della nostra fiducia. Non penso che il Taranto vada in sofferenza psicologica perché anche ad Altamura abbiamo fatto due reti su un campo difficile. È

un momento questo in cui per vincere le partite occorre fare qualcosa in più del normale e per questo siamo chiamati tutti a dare il massimo. Il rigore dovevo per forza calciarlo forte. Così ho deciso di calciarlo forte sotto la traversa ed è andata bene. Sinceramente segnare mi piace e mi piacerebbe battere il mio record di marcature con la maglia del Taranto, ma solo se servisse alla squadra a vincere questo campionato.”

Letto 69 volte