Mercoledì, 14 Novembre 2018 06:21

Taranto: cultura/ Importante convenzione sottoscritta fra l’Orchestra Magna Grecia ed il Museo Marta. In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Creare nuove occasioni di divulgazione della cultura musicale in favore della città di Taranto e, nello specifico, nell’ampliamento della fruizione culturale verso le fasce sociali più deboli, i giovani, gli anziani, le persone con disabilità e verso la popolazione scolastica tutta, concordando un accordo di collaborazione. E’ uno degli obiettivi della convenzione stipulata dal Museo Archeologico Nazionale di Taranto – MArTA e dall’Orchestra Ico Magna Grecia, illustrata oggi nel corso di una conferenza stampa. Erano presenti la direttrice del Museo Eva Degl'Innocenti, il direttore artistico dell’Orchestra Magna Grecia Piero Romano, il direttore artistico di L.A. Chorus Pierfrancesco Semeraro e la responsabile di Baux Cucine srl Mariella Franchini (sponsor dell’Orchestra Magna Grecia).

Le due importanti istituzioni concordano sulla esigenza di sviluppare ed incrementare, anche in termini di qualità, le attività culturali e musicali nel territorio della provincia di Taranto. Questa collaborazione inizierà con la rassegna "InCanto al MArTA": tre concerti nelle domeniche 18 e 25 novembre e 9 dicembre che vedranno la partecipazione esclusiva di L.A. Chorus (coro professionale di Basilicata e Puglia).

 

In base alla convenzione, il MArTA si impegna a sviluppare in accordo con l’Orchestra progetti scientifici di studio e ricerca negli ambiti di reciproco interesse, a organizzare una serie di concerti ed eventi, anche espressi in singole Rassegne o Stagioni Concertistiche, a mettere a disposizione, secondo modalità da concordare, gli spazi del Museo Archeologico Nazionale di Taranto all’aperto ed al chiuso. L’accesso ai concerti sarà possibile previo pagamento del biglietto del Museo, ma sarà riconosciuta una riduzione del 50% ai possessori di biglietto emesso dall’Orchestra entro 3 mesi dalla data di emissione. E’ prevista anche una riduzione sul biglietto d’ingresso del 50% per 5 ingressi ai possessori di abbonamento emesso dalla stessa Orchestra.

L’Ico Magna Grecia, a sua volta, si impegna a definire un luogo idoneo allo svolgimento dell’attività culturale, a riconoscere una riduzione del 15% sul biglietto dei concerti organizzati dall’Orchestra ai possessori di biglietto emesso dal MArTA (nell’ambito della stagione concertistica ed entro 3 mesi dalla data di emissione del biglietto) e una riduzione di 10 euro sul costo dell’abbonamento.

“Sono particolarmente onorato – ha sottolineato il direttore artistico dell’Orchestra Magna Grecia Piero Romano - di sottoscrivere questo protocollo di collaborazione con il Museo MArTA, coordinato e condiviso con la direttrice Eva Degl’Innocenti. E’ un’opportunità in più e sicuramente di grande prestigio poter sentire la musica di L.A. Chorus all’interno delle sale del MArTA, quindi con una fruizione combinata dei beni archeologici e della musica corale che con il direttore artistico Pierfranco Semeraro abbiamo voluto lanciare in collaborazione con il Museo. Sarà un’occasione anche di poter condividere, insieme al nostro sponsor Baux, questa esperienza e sarà sicuramente la prima edizione di una lunga serie che ci vedrà visitare e animare le sale del MArTA, nostro fiore all’occhiello”.

Anche la direttrice del Museo archeologico nazionale di Taranto, Eva Degl'Innocenti, si dichiara "molto felice e soddisfatta di aver siglato questa collaborazione, con la quale il MArTA, che riconosce nell'opera dell'Orchestra Magna Grecia un'importante attività che porta lustro alla città di Taranto e al suo territorio, continua la sua azione volta ad assicurare la stretta relazione con le eccellenze locali, condividendo i propri spazi e la propria progettualità a supporto delle realtà culturali più impegnate. Tutto questo nell'ottica di promuovere attività capaci di favorire la partecipazione di un ampio pubblico e in particolare delle cosiddette fasce deboli della popolazione, per una positiva e concreta ricaduta sulla comunità locale e il territorio".

 

Per il direttore artistico di L.A. Chorus, Pierfrancesco Semeraro, "il fatto che la musica sia espressa in uno dei sacrari della bellezza rappresenta un plus non solo per il territorio tarantino ma per tutta la Regione. L.A. Chorus è un progetto nato oltre 5 anni fa che ha una linea di fondo: quella di professionalizzare la coralità. E' una sfida. Tra Matera e Taranto ospitiamo una delle realtà più effervescenti e questo è un motivo di entusiasmo".

La titolare della Baux Cucine, Mariella Franchini, ha evidenziato "l'importanza della collaborazione con una istituzione importante come l'Orchestra della Magna Grecia. La nostra è un'azienda giovane ed innovativa e ha deciso di investire sul bello, sulla cultura e sul territorio con la volontà di emergere. Perchè è la città stessa che, anche se in un periodo di crisi generalizzata, ha bisogno di crescere e innovarsi. Il nostro slogan è: "la sostanza oltre l'apparenza". Bisogna far capire a tutti che la nostra terra può offrire molto di più".

Taranto, 13 novembre 2018

 

PROGRAMMA CONCERTI "InCanto al MArTA"

Museo archeologico nazionale di Taranto-MArTA

Domenica 18 novembre 2018, ore 11

"Sul Vento Romantico"

Concerto Stanziale – Chiostro del Museo o “Sala incontri” in caso di pioggia (Max 80 posti)

M° Sergio Lella – direttore

L.A.Chorus (13 coristi)

Annastella Gargiulo e Valeria Perilli - pianoforte

Il percorso parte dai classici quali Haydn, Felix Mendelssohn-Bartholdy e Camille Saint-Sans per portarci nel mondo più contemporaneo del Novecento Storico. Attraverso la sapiente scrittura musicale e il profondo rapporto con il significato del testo, questi autori sono capaci di trasmettere con arte e maestria l'emozione autentica della parola. A seguire aperitivo nel Chiostro del Museo offerto dall’Orchestra della Magna Grecia

Domenica 25 novembre 2018, ore 11

"Sax Vocis" (max 50 posti)

M° Andrea Crastolla – direttore

Raffaele Casarano - sax

L.A. Chorus (24 coristi)

Itinerante: sale IX, XIII e XIV

Concerto di improvvisazioni jazzistiche su echi sacri. Un percorso musicale dal periodo antico passando dal tardo romantico arrivando al Novecento e concludendo nel contemporaneo. A seguire aperitivo nel Chiostro del Museo offerto dall’Orchestra della Magna Grecia.

Domenica 9 dicembre 2018, ore 11

"Festa Barocca" (max 50 posti)

M° Luigi Leo – direttore

L.A. Chorus (24 coristi)

Pianoforte-Simone Falcone 

Viola da gamba-Claudio Mastrangelo 

 violone barocco-Maurizio Ria

Stanziale: sala VIII  

La gioia di una grande festa rivive nelle pagine di alcuni compositori barocchi di scuola napoletana e di origini lucane e Pugliesi come Il barese Pomponio Nenna (1556-1618) e il lucano Giovanni Maria Trabaci (1575-1647). Il loro linguaggio è tutto teso all'adozione di un contrappunto espresso in armonie limpide e forme luminose: una grande festa barocca. A seguire aperitivo nel Chiostro del Museo offerto dall’Orchestra della Magna Grecia.

Letto 258 volte Ultima modifica il Mercoledì, 14 Novembre 2018 06:27