Lunedì, 17 Settembre 2018 16:34

CALCIO / Il Taranto stecca la prima : 1-1 con il Bitonto In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

 Mister Panarelli: “Visto un buon Taranto per un tempo, ma dobbiamo migliorare nella gestione della sfera.” Mister Pizzulli: “Nel secondo tempo abbiamo sfiorato la vittoria.” Manzo: “Ci spiace per i tifosi ma il campionato è ancora lungo.”

 

di Andrea Loiacono

 

Un Taranto dai due volti, volenteroso nel primo tempo e poco reattivo nella ripresa, si porta prima in vantaggio con Favetta al 9' per poi farsi riacciuffare al 60' dal bitontino Turitto, fallendo così l'opportunità di regalare una gioia a circa 4.000 sostenitori assiepati sugli spalti dello Iacovone. Nel dopo gara i primi a parlare sono i due tecnici, a cominciare dall'allenatore dei nero-verdi Pizzulli: “Per i primi 30' abbiamo subito la pressione del Taranto andando in svantaggio e correndo il rischio di prendere anche altri gol. Probabilmente l'emozione di giocare in uno stadio così importante ci ha bloccato. Nella ripresa invece abbiamo disputato una grande gara, pareggiando e poi sfiorando anche la vittoria. Devo fare i complimenti ai miei ragazzi ma anche al Taranto, una squadra che ha dei valori tecnici notevoli e che mi spiace sia uscita tra i fischi dei suoi sostenitori.”

 

Mister Panarelli non nasconde la sua delusione più per il risultato che per la prestazione: “Nel primo tempo abbiamo disputato una grande gara, realizzando subito una rete e sfiorando il raddoppio due volte con Bova e con D'Agostino. Poi nel secondo tempo ho visto un netto calo fisico. Quando questo accade le cause possono essere molteplici; non voglio imputare la responsabilità ad altri ma questa squadra ha cambiato gestione tecnica solo tre settimane fa. L'unica soluzione è il lavoro ma dobbiamo mantenere la calma e resettare tutto. Da martedì dobbiamo pensare alla prossima sfida con la Sarnese, cercando di migliorare condizione ed errori. Dispiace per la tifoseria e la società ma dobbiamo rimanere positivi, ripartendo dall'ottimo primo tempo di oggi.” A chi gli chiede su cosa bisogna lavorare, il tecnico tarantino replica: “Potevamo gestire meglio la palla nel momento in cui eravamo in affanno. Il mio modo di giocare prevede grande dinamicità e pressing, ma per far questo occorre migliorare la condizione atletica.”

 

 

Protagonista in campo al debutto in campionato con la maglia del Taranto è stato Stefano Manzo. L'ex calciatore della Cavese si presenta ai microfoni in sala stampa sereno ma con un pizzico di rammarico: “Nel primo tempo siamo stati aggressivi, nella ripresa siamo calati lasciando campo al Bitonto che ci ha messo in difficoltà con delle verticalizzazioni. È stata una partita dai due volti in cui alla prima occasione subita siamo stati puniti. Comunque il campionato è ancora lungo, noi pensiamo a noi stessi e a ripartire anche perché ci sono ancora 33 partite da disputare. A prescindere dai moduli, credo che il Taranto abbia dimostrato nel primo tempo di avere un grande organico. I fischi di fine gara penso siano più frutto del risultato che della prestazione. Il Cerignola è partito forte ma non affrontava un avversario insidioso come il Bitonto.”

Letto 124 volte