Domenica, 16 Settembre 2018 17:51

ILVA/ Mino Borracino: Immunità penale garantita a Mittal e assenza di Valutazione Sanitaria : così non ci siamo! In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Consiglier Regionale, in odore di Assessorato, parte all’attacco del Governo.

Il Governo faccia la Valutazione Sanitaria per stabilire scientificamente la compatibilità fra la salute pubblica e la produzione di 8 milioni di tonnellate annue di acciaio che è stata definita nell’accordo. Da domani parte l’era Mittal in Ilva e il nodo della sicurezza per la salute pubblica è ancora tutto da sciogliere. Il Governo non può continuare ad ignorare le richieste fondate che gli arrivano, oltre che da noi, da Legambiente, dai medici e ambientalisti, dall’ex Direttore dell’ARPA Puglia (Prof. Giorgio Assennato), dalla Regione Puglia, dall’Arcidiocesi di Taranto e dallo stesso mondo sindacale.  Ricordiamo che la Valutazione del Danno Sanitario che è stata redatta da Arpa Puglia, indica  come non sopportabile per la salute umana una produzione superiore a 6 milioni di tonnellate annue.Solo facendo la Valutazione Sanitaria, prima di quantificare tipologia e volume della produzione si può ottenere il risultato che da anni ci si aspetta: coniugare lavoro e salute in maniera duratura, garantendo al territorio ed al Paese, una svolta nel rapporto fra produzione industriale e salvaguardia di ambiente e salute. Fino ad oggi, il Governo che aveva dichiarato di voler cambiare le cose, non ha accolto le istanze che vengono da Taranto e, anzi, ha confermato l’immunità penale per i dirigenti della nuova proprietà indiana che non risponderanno di fronte alla Legge per quello che accadrà alla salute dei tarantini. Un esito INACCETTABILE!

Letto 348 volte Ultima modifica il Domenica, 16 Settembre 2018 20:14