Sabato, 15 Settembre 2018 14:43

QUI DONNA A SUD/ Ripartiamo dal coraggio, domenica il primo appuntamento con le voci del giornalismo In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

C’è sempre più bisogno del coraggio delle donne, a Taranto come altrove. E di donne che abbiano appunto il coraggio di raccontare questo tempo incerto e confuso, senza fare sconti, senza piegarsi. Con onestà. Di questo e di molto altro si parlerà domani sera, domenica 16 settembre, a partire dalle 18 presso la Lega Navale di Taranto, in occasione del primo appuntamento del Festival delle culture al Femminile del Mediterraneo, organizzato da Donna A Sud quest’anno, come sottolinea il direttore artistico e ideatore del Festival Tiziana Magrì dedicato alla memoria di Paola Clemente, la bracciante agricola morta di fatica nei campi pugliesi nell’estate del 2015, come al ricordo di tante donne.

Protagonista della prima giornata sarà il giornalismo al femminile attraverso le voci di Ritanna Armeni (giornalista di Huffington Post, autrice di “Una donna può tutto. 1941: volano le Streghe della notte”) e Emma Barbaro (Giornalista, caporedattrice del periodico Terre di frontiera) verranno intervistate da Rossella Matarrese giornalista e conduttrice Tg3 PUGLIA. Maria Cuffaro (in foto, inviata e conduttrice del Tg3 e autrice del libro “Kajal. Le vite degli altri e la mia”), e Cristina Mastrandrea (fotoreporter, giornalista e videomaker) saranno intervistate da Angelo Di Leo direttore de La Ringhiera;

Il giornalista Mimmo Mazza (capo redazione de La Gazzetta del Mezzogiorno- Taranto) intervisterà Marilena Natale (collaboratrice dell’emittente televisiva locale ‘Più N News’ giornalista anticamorra sotto scorta) e Maristella Bagiolini (giornalista free lance per testate giornalistiche nazionali e locali). Durante l’incontro sarà proiettato il cortometraggio “La Giornata” diretto dal regista Pippo Mezzapesa, che racconta il dramma della bracciante Paola Clemente (voluto da Cgil Puglia e Flai Cgil Puglia ).

Il 19 settembre sempre a partire dalle ore 18 ma questa volta a Palazzo Pantaleo si terrà il secondo incontro dal titolo “Immagini e Storie del Mediterraneo” L’immigrazione raccontata dalle donne”. Saranno presenti l’attrice Nadia Kibout regista e produttrice di “Le Ali Velate”; Adelaide De Fino, regista del corto “La pace Dannata”; Stefano Amatucci regista del film “Caina”; Antonella Ferraiolo, ginecologa e autrice del libro Antikka, Maryam Rahimi regista del corto “Mare Nostrum”.

Il Festival gode del con il patrocinio di Comune di Taranto, Ordine dei Giornalisti di Puglia, Presidenza della Regione Puglia, Assessorato regionale al Mediterraneo Cultura e Turismo, Consigliera Regionale Pari Opportunità e del sostegno di Cgil Taranto, Coop. sociale Indaco, Conf Associazioni Puglia, Indaco. Tra gli sponsor FORMARE Puglia, SAMM, Obiettivo Puglia.

Letto 143 volte