Giovedì, 24 Maggio 2018 18:31

LAVORO - Cooperativa "Amici", nulla di fatto: le lavoratrici restano senza stipendio In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

L’incontro di questa mattina tra il Prefetto di Taranto, Donato Cafagna, l’ASL di Taranto, l’USB con il proprio legale, la cooperativa in questione con l’ufficio legale e il vicesindaco del comune di Grottaglie Vincenzo Quaranta non ha sortito l’effetto desiderato. Le lavoratrici restano senza stipendio. “Nonostante la disponibilità del dott. Vito Giovannetti dell’ASL a pagare le lavoratrici e l’intervento del Prefetto, la cooperativa ha fatto fallire il tentativo di conciliazione – spiega Federico Cefaliello, Responsabile Appalti e Territorio USB LP Taranto -. Le motivazioni non sono ancora ben chiare, ma crediamo si tratti di una presa di posizione. Abbiamo saputo inoltre che nei giorni scorsi hanno convocato i genitori dei ragazzi e alcune lavoratrici con l’intento di farli associare e chiedendo loro già un anticipo di quota. Una manovra alquanto strana”. Ricordiamo che le lavoratrici aspettano di essere pagate da ben otto mesi. “Da domani inizieremo con uno sciopero ad oltranza, a partire dalle ore 7.30, proprio nella sede operativa della cooperativa Amici di Grottaglie – va avanti Cefaliello -. Successivamente proseguiremo con una serie di manifestazioni per tutta la città. Ciò che la cooperativa sta mettendo in atto è molto grave. E non resteremo di certo a guardare, perché viene negato il diritto delle lavoratrici che, nonostante tutto, hanno continuato in questi mesi senza stipendio ad offrire il loro servizio, visto che si tratta di un impegno sociale importante”. 

Letto 407 volte