Lunedì, 09 Aprile 2018 15:02

CALCIO - Taranto: una doppietta di Ancora stende la Cavese. Mister Cazzarò: "Avevamo preparato al meglio la gara. Disputata una partita perfetta In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

di Andrea Loiacono

 

Un Taranto volitivo e grintoso batte per 2-0 la Cavese davanti ai propri sostenitori e aggancia il Cerignola al quarto posto in classifica. Nell'immediata vigilia mister Cazzarò conferma i giovani Corbier e Cacciola sulle corsie esterne e Favetta nel ruolo di punta al posto di Diakitè. Dall'altra parte mister Bitetto preferisce bomber Martiniello all'ex di turno Girardi. La partita si dimostra da subito gradevole. Al 1' Marsili si rende protagonista di una conclusione da fuori area che si spegne sopra la traversa. Al 2' risponde la Cavese con Oggiano che conclude con una sventola e Pellegrino si rifugia in fallo laterale. Al 10' c'è la prima vera occasione da gol della partita con Dagostino che dopo un dribling serve Ancora il quale da posizione defilata conclude ma Bisogno respinge con i piedi. Al 12' cartellino giallo per Miale che stende Oggiano al limite dell'area di rigore. Al 15' il Taranto protesta per un calcio di rigore non concesso ad Ancora. Rivedendo le immagini il contatto sembra esserci. Al 20' risponde la Cavese con una combinazione Martiniello-Oggiano il quale conclude a lato. Al 32' palla gol per il Taranto; Ancora calcia una punizione dal limite, Rosania si avventa sulla sfera a da due passi conclude alto. La Cavese sfiora il vantaggio ma Pellegrino è attento e si oppone. Il primo tempo si conclude con un' occasionissima per Dagostino che riceva la sfera da Favetta, prende la mira e conclude a giro sul secondo palo ma la sfera termina fuori.

 

Il secondo tempo comincia senza cambi. Il Taranto parte forte, è subito Lorefice a scaldare i guanti di Bisogno con una conclusione da fuori area. I primi quindici minuti della ripresa non riservano altri sussulti, ma è il Taranto a fare possesso palla. Al 63' gli ionici vanno vicinissimi al gol con una traversa colpita da Lorefice. Al 66' Dalterio, ex rossoblù colpisce di testa ma Pellegrino para. Al 67 Ancora si libera in area ma conclude malamente. Si tratta del preludio al gol che arriva al 71'. Marsili lancia alla perfezione proprio Ancora che entra in area e trafigge Bisogno per il meritato vantaggio rossoblù. L'esterno offensivo si ripete all'80' colpendo di testa un calcio d'angolo battuto sempre da Marsili. A questo punto la gara potrebbe dirsi conclusa ma al minuto 87 Oggiano se ne va sulla fascia e crossa al centro per l'accorrente Martiniello che accorcia le distanze per la Cavese. Negli ultimi 5 minuti di recupero non c'è molto da segnalare e così il Taranto può festeggiare una vittoria importantissima insieme ai suoi tifosi.

 

Al termine della gara il primo a presentarsi in sala stampa è l'allenatore della Cavese Dino Bitetto il quale analizza il match: “ Nel primo tempo ritengo che la Cavese abbia giocato meglio. Siamo sempre stati in partita. Siamo venuti qui con l'intento di vincere la gara ma purtroppo non siamo riusciti a finalizzare le occasioni da rete che abbiamo creato. Ho visto una bella partita tra due squadre che per motivi diversi volevano vincere. Ora abbiamo il dovere di disputare le prossime gare con il massimo impegno. Il fatto di dover disputare i oplay-off è uno stimolo in più, non dobbiamo perdere la condizione psico-fisica e nelle prossime gare giocheremo al meglio delle nostre possibilità.”

 

Di umore diametralmente opposto è mister Michele Cazzarò che si gode la vittoria della sua squadra contro la seconda forza del torneo: “ In settimana avevo chiesto ai ragazzi una prova quasi perfetta e così è stato. Non credo che la gara sia stata caricata troppo dall'ambiente. Ho visto qualche fallo di troppo a centrocampo ma penso faccia parte del gioco. Purtroppo anche oggi abbiamo commesso una sbavatura che ci è costata il gol. Questo succede quando non si pensa alla fase difensiva ma solo ad attaccare. Sono conteno per la rete di Ancora che si da sempre un gran da fare ma anche per la buona prova degli under.”

 

Il tecnico glissa poi sull'episodio del rigore nel primo tempo: “ Anche a me è parso che il rigore ci fosse ma se l'arbitro ha ritenuto di non fischiarlo va bene così. Adesso ci dobbiamo concentrare sui prossimi impegni, mi fa piacere che la società stimi il mio lavoro ma del mio futuro se ne parlerà a campionato terminato.”

 

In conclusione non possono mancare le dichiarazioni del bomber di giornata Cristiano Ancora: “ Sono molto felice per la mia doppietta ma ancora di più lo sono per la vittoria della squadra. Abbiamo dimostrato di essere una squadra che ha cuore e grinta. Il nostro gruppo è praticamente una famiglia. Per quanto riguarda me non credo di essermi mai sentito così in forma. Non ho segnato tanto ma ho fornito 9 assist. Ho tanta voglia di allenarmi e mettermi a disposizione del mister. Il rigore? Penso fosse netto, ho anticipato il difensore che ha commesso fallo. Mi dispiace soprattutto per l'ammonizione che mi impedirà di giocare contro il Gragnano ma sono sicuro che chi mi sostituire lo farà al meglio. Vogliamo continuare su questa strada e scalare qualche altra posizione in classifica.”

 

Letto 232 volte