Giovedì, 15 Febbraio 2018 12:03

PROFESSIONI - Le dodici proposte dei dottori commercialisti tarantini all'assemblea degli Stati generali In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Consiglio dell’Ordine di Taranto, insieme agli altri 130 consigli territoriali d’Italia, ha partecipato alla assemblea degli “STATI GENERALI DELLA PROFESSIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI” che si è tenuta a Roma il 13 febbraio 2018. All’evento sono anche intervenuti i rappresentanti  delle maggiori formazioni politiche in competizione per le prossime elezioni del 4 marzo p.v..

Nella brillante relazione del Presidente del C.N. Massimo MIANI, sono state illustrate le “dodici proposte per una professione migliore” elaborate e condivise dalla Governance nazionale di Categoria:

  1. Fatturazione elettronica come opportunità e non come obbligo;

  2. Gradualità nell’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica tra privati;

  3. Istituzione di un’Autorità indipendente di garanzia del Contribuente;

  4. Rinuncia ad utilizzare norme anti evasione o elusione come coperture preventive;

  5. Inclusione di imprese e professionisti nelle commissioni che redigono rapporti fiscali;

  6. Semplificazione degli adempimenti formali imposti dalla normativa antiriciclaggio, con particolare riguardo agli studi professionali di minori dimensioni;

  7. Riconoscimento legale delle aree di specializzazione professionale;

  8. All’introduzione della norma sull’equo compenso deve seguire una revisione dei parametri ministeriali previsti dal DM 140/2012 secondo criteri maggiormente idonei a remunerare adeguatamente le prestazioni professionali, anche in relazione alle funzioni svolte a tutela della fede e dell’interesse pubblico;

  9. Maggiore diffusione della cultura dei controlli del collegio sindacale;

  10. Limitazione delle responsabilità del Collegio sindacale mediante ancoraggio della medesima all’effettivo contributo svolto nella causazione del danno;

  11. Attribuzione al CNDCEC della delega per la gestione del registro dei revisori legali e del registro del tirocinio attraverso la stipula di una convenzione con il MEFG ai sensi dell’art. 21 D. Lgs. 39/2010;

  12. Iscrizione dei Commercialisti presso l’Organismo dei Consulenti Finanziari (OCF) nella sezione dei Consulenti Finanziari Autonomi previo superamento di una prova valutativa semplificata.

“Si tratta, in sostanza - afferma Cosimo Damiano Latorre, presidente dell’Ordine tarantino -   di proposte per semplificare i rapporti tra fisco e contribuente e per migliorare la Professione di Commercialista ed Esperto Contabile. Dette proposte hanno ricevuto il consenso unanime dell’assemblea, sottolineato da un interminabile applauso al presidente Miani durato oltre  6 minuti: esse fotografano esattamente lo stato attuale della professione e di quello che occorre per renderla migliore nell’interesse del paese. Un conto è raccontarlo … e un conto è essere stato presente a detta grandissima manifestazione”.

Non solo la categoria, ma anche i “politici” intervenuti hanno condiviso tutte e 12 le proposte o al più le hanno ritenute di assoluto buonsenso e in ogni caso percorribili.

Grande entusiasmo ha caratterizzato i partecipanti all’incontro, che ha ribadito l’orgoglio di essere commercialisti.  Uniti e compatti  i 131 consigli degli Ordini territoriali d’Italia hanno chiesto in sintesi  al governo attuale e futuro, qualunque esso sarà,  tre punti di attenzione inderogabili per la categoria (come è risultato anche attraverso una apposita app gratuita riservata ai partecipanti “Commercialisti”): RISPETTO – ASCOLTO – CRESCITA . ”Ieri – conclude Latorre -  abbiamo dato una bellissima immagine della categoria al nostro amato paese Italia”.

Letto 455 volte