Lunedì, 12 Febbraio 2018 11:55

LAVORO - I lavoratori del settore ospedaliero scrivono a Emiliano: "Gare d'appalto, presto una soluzione adeguata" In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
I lavoratori del reparto ristorazione ospedaliera hanno voluto
rivolgere una nota al presidente della Regione Michele Emiliano sulla
questione mense.

"Ai lavoratori della ristorazione ospedaliera sembra doveroso
ringraziare pubblicamente il Presidente Michele Emiliano incontrato
sabato 3 febbraio al termine del convegno organizzato da U.S.B. “Prima
di tutto c'è la salute”.Il ringraziamento scaturisce dalla
disponibilità del Presidente a confrontarsi direttamente con i
lavoratori, in merito all'annosa vicenda della gara d'appalto
regionale delle mense ospedaliere. I lavoratori hanno avuto la
possibilità di continuare a manifestare e motivare l'assurdità dei
contenuti del questionario di gara, esprimendo seria preoccupazione in
merito alla facoltà dell'azienda vincitrice, di utilizzare centri
cotturi distanti anche svariati chilometri dagli ospedali e di servire
ai malati
cibi preparati utilizzando il cook and chill (i cibi cotti e poi
surgelati). Il Presidente ha proposto ai lavoratori di incontrarli a
breve, chiedendo loro di preparare una
relazione con suggerimenti fattibili che mirino a migliorare la gara a
tutela dei lavoratori, non
trascurando la qualità del servizio e dei pasti da servire agli
ammalati. Nel frattempo ha confermato di aver bloccato momentaneamente
la gara.
A nostro avviso, con questo atteggiamento il Presidente si dimostra in
linea con la posizione  assunta nella vertenza Ilva a carattere
nazionale, mostrando di non voler commettere l'errore del Governo
centrale che, durante la gara pare sostenga, nell'acquisizione, le
esigenze del privato negando diritti e dignità ad un intero
territorio.
Per ultimo, ma non per importanza, il ringraziamento dei lavoratori è
rivolto al loro segretario
provinciale Francesco Rizzo, che nonostante sia impegnato nella
vertenza sindacale più grande a livello europeo degli ultimi anni, non
trascura gli impegni presi nel seguire la gara della ristorazione
ospedaliera".

 

Letto 515 volte