Venerdì, 12 Gennaio 2018 17:56

POLITICA/APPELLO DI Gianfranco Lopane, coordinatore di Fronte Dem, ALLA RESPONSABILITA’ AFFINCHE’ SI RECUPERINO LE CONDIZIONI DI UN’AGIBILITA’ POLITICA UNITARIA DEL PD IONICO In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

La scadenza del 4 Marzo costituisce per il PD una tappa decisiva per il processo di rilancio e di rafforzamento dell’azione di governo del Paese che è stato avviato positivamente in questi ultimi anni.

Risulta quindi giustificato l’appello fermo ed appassionato ai Circoli Territoriali e ai militanti di base affinché colgano l’importanza dell’avvenimento e ne utilizzino pienamente la potenziale carica propulsiva.

Gli obiettivi di fondo a cui bisogna finalizzare l’attività del PD ionico sono:

1)   confermare, sostenere e diffondere il programma elettorale nazionale del PD, arricchendolo attraverso una puntuale articolazione di carattere zonale e provinciale ed adeguandolo alla nuova realtà politica del comune di Taranto evidenziata dal successo dello scorso giugno e dall’elezione a Sindaco di Rinaldo Melucci;

2)   realizzare un rinnovamento profondo della rappresentanza parlamentare ionica in modo da garantire una più stretta sintonia tra il partito e la domanda di cambiamento dei Cittadini, impegnando in tale direzione le energie migliori di cui dispone.

In tale contesto emerge a tutto tondo l’inadeguatezza oggettiva e la carenza di legittimazione politica dell’attuale dirigenza del PD ionico rispetto ai compiti che lo attendono.

L’annunciato passaggio ad altra formazione politica di dirigenti e consiglieri comunali del PD accentua il processo corrosivo in atto, oltre a determinare di fatto lo scioglimento di quel PATTO SCELLERATO che aveva portato una parte del partito a consumare una farsa congressuale con la partecipazione di appena il 32% della platea congressuale approvata, inutile oltre che dannosa per l’immagine del partito.

Le responsabilità di questo stato di cose hanno precisi nomi e cognomi; è giunto il momento di far prevalere gli interessi generali del Partito e non quelli personalistici, ripristinando, anche mediante forme straordinarie, le condizioni di una agibilità politica unitaria del PD Ionico.

Letto 348 volte