Giovedì, 11 Gennaio 2018 11:20

CALCIO - Taranto, una doppietta di Favetta regala la vittoria ai rossoblu contro l'Aversa Normanna. Inizia bene il 2018 per i ragazzi di mister Cazzarò In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Un Taranto grintoso, cinico e a tratti travolgente supera per 0-2 fuori casa l'Aversa Normanna su un campo ai limiti della praticabilità e, sfruttando alcuni risultati favorevoli provenienti dagli altri campi, si porta a 11 lunghezze dalla vetta. Si tratta comunque di un distacco importante ma, con un girone di ritorno da giocare, nulla è ancora perduto.

 

Mister Cazzarò schiera il modulo ipotizzabile alla vigilia, il 4-3-1-2, con D'Agostino a galleggiare nel ruolo di trequartista alle spalle del tandem d'attacco composto da Ancora e Favetta. L'Aversa Normanna con soli dieci punti in classifica pensa soprattutto a non prenderle. Il divario tecnico in campo si vede subito. Il Taranto già all'8' va vicino al gol con una conclusione al volo di Ancora che termina alta. L'Aversa risponde con una conclusione ravvicinata deviata sul palo da Pellegrino. Da questo momento in poi le azioni di cronaca sono tutte di marca ionica. Al 17' il Taranto passa in vantaggio. Ancora è bravo a servire un passaggio per l'accorrente Favetta che, da posizione ravvicinata, insacca di precisione alle spalle del portiere granata. Dopo 5' arriva il bis al termine di un'azione corale ben gestita da D'Agostino. Per l'attaccante ex Sarnese è la doppietta personale. L'Aversa prova a organizzare una reazione ma è ancora Ciro Favetta che va vicino al tris. Il suo tiro viene respinto con i piedi dall'estremo difensore dell'Aversa. Il primo tempo si conclude con il punteggio di 2-0 per gli ionici.

 

La ripresa comincia con gli stessi ritmi, con il Taranto a tenere sotto controllo la gara. Da segnalare l'ottima prova di tutto il centrocampo rossoblù. Nella prima mezz'ora della ripresa il Taranto colleziona tre palle gol con Ancora che va vicinissimo alla marcatura personale. Lo stesso D'Agostino centra in pieno la traversa dai 25 metri. L'unico pericolo per Pellegrino giunge da un calcio piazzato al limite dell'area che l'estremo difensore è bravo a neutralizzare. Nei 15 minuti finali nel Taranto c'è posto per Diakitè, Capua e Grieco. Il risultato non cambia fino alla fine e i rossoblù portano a casa il secondo successo esterno consecutivo dopo quello di Torre del Greco.

 

Al termine della gara il compito di analizzare il match spetta all'ex Fondi Gaetano D'agostino: “Abbiamo disputato una grande partita. Questi incontri non sono mai facili, nonostante si giochi contro formazioni che sono attardate in classifica. Siamo stati bravi a sbloccare subito l'incontro e a non accontentarci andando alla ricerca del raddoppio. Questo modulo mi piace, non ho difficoltà a svariare su tutta la mediana, in posizioni offensive posso ricoprire qualsiasi ruolo. Ho avuto due occasioni per fare gol ma nella prima ho preso la traversa, mentre sul colpo di testa il portiere ha parato con il volto. Adesso dobbiamo pensare partita dopo partita. Per quanto riguarda la prossima sfida con l'Altamura, non vedo l'ora di giocarla sperando in un'altra grande prestazione.” A proposito del gruppo che si è creato il fantasista sottolinea: “Per me è scontato dire che è una squadra molto forte. Non so cosa sia successo prima del mio arrivo ma posso dire che ora il gruppo è unito. Adesso sta a noi invogliare ulteriormente il pubblico di Taranto con le nostre prestazioni e riportarlo in massa allo stadio.”

 

Match-winner dell'incontro è stato l'ex Sarnese Ciro Favetta, che si concede ai microfoni di tv e stampa: “Per noi questa di oggi è una vittoria importantissima ottenuta contro l'Aversa Normanna, che lotta per non retrocedere e non poteva perdere punti ulteriormente. Questa è la seconda vittoria consecutiva in trasferta; aspetto che ci dà morale e fiducia in vista dello scontro diretto contro l'Altamura che dobbiamo assolutamente vincere. A tal proposito, volevo dedicare i miei gol ai tifosi che ci hanno seguito ad Aversa e invitarli a riempire lo Iacovone domenica prossima. In questo momento non c'è alcun dualismo tra me è Diakitè; è normale che in una squadra che punti a far bene ci debbano essere due attaccanti di spessore. Siamo concentrati sull'obiettivo che speriamo di raggiungere tutti insieme.”

 

Letto 376 volte