Mercoledì, 29 Novembre 2017 13:10

LA TESTIMONIANZA/ "Io mamma dei Tamburi vi dico che i wind days sono una presa in giro" In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Martedì 28 novembre, il cielo di Taranto è terso come nei giorni di tramontana. In lontananza si riconoscono sfumature di marroncino, sono le polveri pesanti sollevate dal parco minerali dell’Ilva. Una madre con due figli al seguito chiede informazioni allo sportello di un ufficio pubblico, ha bisogno di sistemare il ragazzo più grande che ha lasciato la scuola a 17 anni, fornisce generalità e indirizzo, “Tamburi, Taranto”, si sente che ci tiene a sottolineare il quartiere di provenienza. L’impiegato prende nota e rivolgendosi al ragazzo più giovane, che avrà non più otto anni, esclama con un sorriso: “E tu? Niente scuola oggi?”.  Risponde la madre “Niente scuola no…oggi c’è il wind day. Una caricatura. Una presa in giro.  Anzi così è peggio, perché i bambini invece di andare a scuola escono per strada e respirano tutto l’inquinamento…Mica li possiamo lasciare soli a casa no?!”.

 

L’impiegato annuisce, del resto, come darle torto…. Madre e figli si allontanano in direzione della fermata dove prenderanno il pullman per tornare a casa a “Tamburi, Taranto” dove il diritto all’istruzione è negato per ordinanza.

Letto 456 volte