NOTIZIE FLASH:
Martedì, 07 Novembre 2017 05:23

INFLUENZA/ Ecco come affrontarla naturalmente senza escludere il vaccino In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Novembre è spesso sinonimo di influenza. Sempre di più gli italiani preferiscono prevenire e curare le sindromi influenzali con i rimedi naturali.

Ci siamo: il ciclo delle stagioni ci ha spinto con irruenza nel vero autunno. Dopo un ottobre straordinariamente secco e caldo, novembre ha portato piogge e freddo su tutta la penisola. L’autunno è tornato con forza accompagnato da forti precipitazioni. Cambiamenti repentini di temperature, vento e sbalzi climatici rendono questo periodo particolarmente adatto alla diffusione della “vera” influenza 2017. Secondo Fabrizio Pregliasco, virologo e ricercatore del Dipartimento Scienze Biomediche per la Salute dell’Università degli Studi di Milano, il virus influenzale che ci attende è strettamente legato al clima. Per il 2017 sono attesi 4-5 milioni di casi di influenza, ai quali vanno sommati gli 8-10 milioni di sindromi parainfluenzali (favoriti in caso di inverno particolarmente mite). Il termine influenza comprende diversi tipologie di forme infettive, ma possiamo parlare di “vera influenza”​ ​solo​ ​se​ ​si​ ​presentano​ ​contemporaneamente​ ​tre​ ​condizioni​:      ● Febbre superiore ai 38° con insorgenza brusca ● Dolori muscolari e articolari ● Problematiche respiratorie come tosse e naso che cola.                                In tutti gli altri casi si parla di infezioni respiratorie o sindromi parainfluenzali. Secondo una ricerca di Assosalute, gli italiani si affidano soprattutto al buon senso nella lotta all’influenza: il 55% si copre meglio, evita gli sbalzi di temperatura e si lava spesso le mani (40%). Il 15%, al contrario, non fa nulla per non ammalarsi. Una volta malati, invece, la maggior parte degli italiani predilige i rimedi naturali a quelli farmaceutici. Sicuramente il vaccino evita una serie di problemi ma importanti sono alcuni consigli per affrontare e sconfiggere l’influenza:

- Limone e miele Un limone spremuto in una tazza d’acqua calda o di tè con due cucchiai di miele biologico è un toccasana per la congestione influenzale. La miscela pura è consigliata in caso di forte mal di gola o per alleviare la tosse

- Acerola e succo d’arancia Una bomba di vitamina C è quello che ci vuole per combattere l’influenza e prevenirla. L’acerola contiene da 30 a 50 volte la vitamina C presente negli agrumi. In Italia è possibile acquistarla in pastiglie o estratti da solubilizzare in acqua.

- Aglio L’aglio è un potente antisettico e antibiotico naturale capace di alzare e regolare il sistema immunitario. Mangiare uno spicchio di aglio crudo è un rimedio efficacissimo contro il mal di gola. Un modo semplice per contrastare l’alito cattivo è masticare, subito dopo, qualche foglia di menta, basilico, salvia, prezzemolo o semi di anice. Un’alternativa per assimilare i nutrienti dell’aglio senza masticarlo a crudo è preparare il tè. Schiacciate per bene due spicchi di aglio fresco, metteteli in un pentolino di acqua e portare a ebollizione. Abbassate la fiamma e cuocete a fuoco lento per 15 minuti. Colate il tutto e aggiungete miele e succo di limone. Il profumo e il sapore non saranno ottimi ma il risultato è garantito.

- Zenzero Lo zenzero è una spezia portentosa con enormi proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche e digestive. Il suo decotto è particolarmente utile in caso di influenza, tosse e raffreddore. La preparazione è molto semplice: in un pentolino d’acqua aggiungete due o tre fettine di zenzero fresco e uno spicchio di limone. Portate a ebollizione e lasciare sobbollire per 10 minuti. Dolcificate a piacere. Attenzione: questo rimedio non è consigliato a chi assume farmaci per la circolazione.

- Lavaggi nasali. Il lavaggio del naso con una soluzione fisiologica è uno dei rimedi più utilizzati. Con l’aiuto di una Lota Neti molto nota nella medicina orientale, si puliscono le mucose per respirare meglio.

I rimedi naturali sono una fonte inesauribile di benessere e molti italiani li seguono con enormi benefici. È bene, tuttavia, sempre consultare il proprio medico nel caso assumiate farmaci specifici, per evitare, spiacevoli interazioni e naturalmente, laddove sempre il medico lo ritenesse necessario, fare il vaccino.

Letto 79 volte Ultima modifica il Martedì, 07 Novembre 2017 09:23