NOTIZIE FLASH:
Lunedì, 06 Novembre 2017 08:39

CALCIO/Taranto: Tris alla Frattese e le vittorie salgono a cinque In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)

 

Mister Cazzarò: “Ho lavorato sul gruppo e sulla mentalità.” Galdean: “Gol per la mia famiglia. Cerco di mettermi a disposizione della squadra.”

 

 DI ANDREA LOIACONO

 

 

 

Un Taranto poco appariscente ma cinico batte per 3-0 la Frattese allo Iacovone, inanellando la quinta vittoria consecutiva e dando così seguito al proprio processo di crescita tattica e di risultati. Mister Cazzarò conferma l'ormai collaudato 4-3-1-2 e recupera in extremis anche Claudio Miale, sofferente per una botta all'anca. Torna disponibile anche bomber Manuel Pera, che si accomoda inizialmente in panchina. Sugli spalti dell'impianto tarantino circa duemila spettatori. La Frattese si schiera inizialmente con il 3-4-2-1. Al 6' buono scambio tra Ancora e Crucitti, che colpisce però alto. Al 17' Frattese vicinissima alla rete con Signorelli che salta Pellegrino, ma tarda la conclusione e D'Aiello si supera spazzando l'area. Il Taranto risponde con Palumbo, il quale viene servito da Aleksic, ma l'estremo difensore campano smanaccia in corner. Il primo tempo non riserva altre emozioni. La ripresa si apre subito con il vantaggio per i rossoblù. Lo sigla Palumbo, abile a sfruttare una percussione dei compagni; per lui si tratta della seconda rete in maglia rossoblù. La partita diventa leggermente spigolosa e il Taranto raccoglie tre cartellini, uno di questi sventolato sul volto di Corso che salterà Molfetta perché diffidato. Nel frattempo, a 15' dalla fine entrano anche Pera e Diakitè. Al 39' il Taranto perviene alla seconda marcatura. Galdean batte un calcio di punizione imparabile per Pardo, che può solo raccogliere la sfera in fondo al sacco. L'arbitro concede ben sei minuti di recupero, giusto in tempo per assistere al tris realizzato da bomber Pera direttamente dagli 11 metri. Il triplice fischio vede i ragazzi di Cazzarò salutare gioiosi la curva Nord festante.

 

 

 

 

Al termine della gara, lo stesso Cazzarò non nasconde la propria soddisfazione: “Si è trattato di una partita non semplice, anche perché inizialmente la Frattese ha saputo chiuderci tutti gli spazi e ripartire. Noi siamo una formazione molto fisica quindi penso sia normale che nei primi minuti la squadra faccia più fatica nella circolazione della palla. Non so quanti meriti io possa avere. Sinceramente, ho solo pensato a lavorare sul campo. Ho agito anche sulla testa di alcuni calciatori ma il merito va a loro. Adesso il Taranto è una squadra difficile da affrontare. Nella seconda parte della gara ho provato a schierarmi con un 5-3-2 perché ho notato che stavamo molto sulle fasce. Alcuni giocatori, come Palumbo e Galdean, sono cresciuti molto ma il merito va a tutta la squadra che ha voglia di lottare su ogni singolo pallone. Anche in occasione del rigore avrebbero voluto tirare sia Diakitè che Pera e questo è sintomo di attaccamento. Per quel che concerne il campionato, noi non dobbiamo pensare al Potenza ma solo a noi stessi. In fondo siamo solo alla decima giornata di campionato, c'è ancora tanta strada da fare.”

 

 

 

 

Protagonista del 2 a 0 con un grande gesto balistico su punizione è stato il rumeno Marian Galdean: “Sono molto felice per la vittoria e per il gol che dedico alla mia famiglia, che vive lontano. In questo momento sto giocando da play-maker basso, ma posso svariare su tutto il fronte del centrocampo. Sono a disposizione del mister, è lui a decidere dove impiegarmi. A proposito del ritmo blando del primo tempo, posso dire che loro si sono chiusi molto dietro la linea della palla, impedendo il nostro giro palla. È vero, eravamo un po' lenti ma nel secondo tempo abbiamo alzato i ritmi e penso che la vittoria sia ampiamente meritata.”

 

 

Letto 117 volte