NOTIZIE FLASH:
Mercoledì, 02 Agosto 2017 17:51

CALCIO - Taranto, buon pari nel secondo test amichevole; con la Fermana finisce a reti inviolate. Mister Cozza: "Abbiamo tenuto testa ad una squadra di categoria, nel finale meritavamo di vincere" In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)

di Andrea Loiacono

 

Seconda amichevole di spessore per il Taranto che, dopo aver vinto domenica scorsa contro l'Avellino per 1-0, ha impattato a reti inviolate contro la Fermana, formazione gialloblù marchigiana neo promossa nel campionato di Lega Pro. Il risultato finale soddisfa il tecnico dei rossoblù Francesco Cozza, il quale ai microfoni di “Canale 85” ha dichiarato: “Dispiace non aver vinto la partita, soprattutto in virtù delle tante occasioni create nel secondo tempo che non siamo riusciti a concretizzare. Tuttavia dobbiamo tener presente che non è facile affrontare delle amichevoli in questa fase della preparazione e con tanti test ravvicinati.

 

L'ex trainer della Sicula Leonzio sottolinea i meriti della difesa, il reparto che ha maggiormente destato impressione in queste prime due uscite dei rossoblù: “È vero la difesa si è ben comportata ma è stata sostenuta da tutta la squadra, attaccanti in primis. Se la linea avanzata gioca alta, di conseguenza i difensori vengono messi meno in difficoltà.”

 

Infine il tecnico individua i margini di miglioramento futuri: “Attualmente non siamo ancora al sessanta per cento della condizione e questa, con il tempo, andrà sempre più migliorando. In più, quanto prima recupereremo anche Lorefice e Savanarola. Il gruppo è serio e unito. Ora non ci resta che mettere il maggior numero di minutaggio nelle gambe in vista dell'inizio del campionato.”

 

Dello stesso avviso, in merito all'amichevole con la Fermana e sul prosieguo della preparazione in quel di Assisi, è il Dg Luigi Volume: “Anche oggi abbiamo fatto un buona gara, potevamo concretizzare meglio le 5-6 occasioni che ci sono capitate nel secondo temp, ma piano piano stiamo crescendo e questo è molto importante. Siamo partiti prima in ritiro proprio perché il 3 settembre dobbiamo arrivare in una condizione migliore di quella delle altre squadre. Abbiamo un dovere nei confronti della tifoseria, la quale è libera di sottoscrivere o meno l'abbonamento. Ringrazio quelli che sino ad ora hanno sottoscritto circa 450 tessere; speriamo di portare, grazie ai risultati, quanta più gente possibile allo stadio.”

Foto di Ninni Cannella 

Letto 269 volte