NOTIZIE FLASH:
Lunedì, 12 Giugno 2017 19:59

APPUNTAMENTI - Solidarietà e divertimento. Successo per la serata dell'associazione Amic.A. Determinante il contributo della compagnia "Quanta brava gente" In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’evento di beneficenza “RisatAmic.A”, realizzato sabato 10 giugno 2017  dall’associazione Amic.A presso il Giuseppe Manco Open Theatre è stato un successo. E non poteva essere diversamente, visto che alla solidarietà si è unito il divertimento. Un binomio reso possibile dalla sensibilità dei tarantini, che sono accorsi numerosi per sostenere i progetti dell’associazione,  e dalla qualità (altissima) degli attori Pasquale Arpino, Piero Buzzacchino e Gianni Filannino della compagnia “Quanta Brava Gente”.

La serata è stata presentata dai giornalisti Marco Amatimaggio e Gabriella Ressa, anche presidente dell’associazione, che ha annunciato l’impegno a realizzare entro l’estate un progetto che vede coinvolti i bambini delle famiglie seguite nel territorio tarantino, con un’attenzione particolare in città vecchia. “Molti,  afferma Gabriella Ressa,  sono i bisogni da soddisfare. Tanto l’aiuto da offrire. Le socie di Amic.A, entrando nelle case e donando generi alimentari, alleviano emergenze, con quello spirito amichevole che le caratterizza. La richiesta più comune che viene fatta è quella di un lavoro, che dia la possibilità di poter mantenere una famiglia, di essere indipendenti, e guardare il futuro con occhio diverso”.

Sul palco Pasquale Arpino, Piero Buzzacchino e Gianni Filannino hanno donato (gratuita la loro esibizione) uno spettacolo di altissimo livello, caratterizzato da 5 diversi sketch, 5 situazioni e vicende prese in prestito dalla vita di tutti i giorni condite, ovviamente, in salsa comica. Due sconosciuti che discutono della vita, una visita di condoglianze, una eredità da spartire, l’amore, e poi  un tuffo nel passato dei grandi classici: un amore sofferto di matrice shakespeariana  tra due poveri innamorati che si parlano e si scambiano promesse d’amore attraverso un buco in un muro. Situazioni comuni, trasformate in divertimento dalla bravura degli attori.  

Alla fine dello spettacolo, applausi e complimenti per la Compagnia e per lo scopo benefico della serata.

(foto Arturo Russo - Focus fotografie) 

Letto 309 volte