Martedì, 07 Febbraio 2017 22:15

APPUNTAMENTI - Inseguendo Taras per scoprire il bello del territorio. Un convegno per rilanciare Taranto In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

È stato presentato questa mattina, presso l’Aula Magna dell’II.SS. “A. Righi” di Taranto, il convegno “Inseguendo gli approdi di Taras – 2017. Conoscenza e riscoperta delle risorse ambientali e culturali di Taranto per una fruizione consapevole e propositiva” che si terrà giovedì 9 febbraio a partire dalle ore 9 presso l’ex convento S. Francesco (già caserma Rossarol).

“Si tratta di un incontro finalizzato al rilancio e alla riscoperta dei valori ambientali del nostro territorio, attraverso lo sport e l’escursione – dichiara Nico Tanzi, moderatore e ideatore del convegno -. Questo per scoprire dei posti meravigliosi, sconosciuti ai più, unendo la passione per lo sport alla promozione turistica. Infatti, grazie anche al sostegno del Panathlon Club di Taranto, abbiamo messo su, nel corso degli anni, una serie di iniziative volte a rilanciare l'immagine e la conoscenza della nostra costa e delle altre nostre risorse naturali ed ambientali attraverso la fruizione escursionistica e sportiva. Quest’anno abbiamo fatto di più: abbiamo coinvolto coloro che saranno i protagonisti del futuro più prossimo, ovvero i giovani studenti degli Istituti superiori di Taranto. La nostra iniziativa è stata accolta con molto interesse dai ragazzi che hanno svolto una serie di ricerche, stilando dei progetti per il miglioramento dell’ambiente e il rilancio dello stesso. Il nostro progetto rappresenta, in un momento di brutture, la riscoperta del bello, il riappropriarsi delle proprie radici. Ovviamente ci siamo avvalsi anche del sostegno e degli studi del polo scientifico e tecnologico Magna Grecia dell’Università degli Studi di Bari che, come di consueto, ci hanno fornito un prezioso apporto scientifico”. 

“I giovani sono il futuro e con loro stiamo cercando di dare più spazio possibile alla programmazione e progettazione del futuro -  dichiara Giuseppe Mastronuzzi, dipartimento della Scienza della terra e Geoambientali – Università degli Studi di Bari” -. Noi dobbiamo essere delle guide, senza condizionarli ma suggerendo il percorso giusto. Ed è ciò che abbiamo fatto nelle scuole in questi mesi. Due anni fa i giovani furono gli spettatori, oggi sono gli attori di questa ricerca di Taranto per il futuro”.

Antonio de Bartolomeo - Tesoriere Panathlon: “Il Panathlon sostiene da sempre i valori dello sport e questa iniziativa si sposa perfettamente con lo sport. Infatti, siamo stati i primi a spingere Nico Tanzi che diversi anni fa fece la traversata in canoa seguendo la costa e che ogni anno promuove questo convegno a favore del nostro territorio”.

Michele Contino, presidente Panathlon: “E’ un’iniziativa che vuole valorizzare il nostro territorio e oggi, sempre di più, spinge i giovani a farlo. Il nostro patrimonio può offrire qualcosa di nuovo per l’occupazione. Oggi, voglio ringraziare Nico Tanzi che da anni veicola l’interesse non solo sulla città, ma su tutta la costa della provincia”.

Durante il convegno relazioneranno gli studenti del Liceo “Archita” (Il parco del Galeso), del Liceo Aristosseno (La Taranto ipogea), del Liceo Battaglini (Morfologia della costa orientale), del Liceo “Ferraris” (I delfini di Taranto), De I.T.E.S. “Pitagora” (La barca didattica), de I.I.S.S. Righi (Le colonne del tempio dorico).

Interverranno inoltre gli utenti dell’Unità di recupero di Grottaglie che porteranno la loro testimonianza in merito all’esperienza del 2 giugno scorso, quando parteciparono alla manifestazione intitolata “Le impronte di TAPAΣ 2016”, ovvero un’ escursione combinata di escursionisti a piedi, canoisti e paddlers.

Alla conferenza stampa erano presenti inoltre Luigi Festinante - Past President Panathlon, Paola Fago - CONISMA Università degli Studi Bari, un allievo del Righi in rappresentanza degli studenti tarantini, Cosimo Damiano Malvani - Dirigente scolastico II.SS. “A. RIGHI” 

 

Letto 536 volte