Lunedì, 27 Giugno 2016 06:17

VILLA CASTELLI/ FATTA PIENA LUCE SU UN FERIMENTO CHE HA SCOSSO LA CITTADINA DEL BRINDISINO. In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sono bastate poche ore alla Polizia di Stato e ai Carabinieri per fare piena luce sul ferimento, a colpi d'arma da fuoco, che ha scosso ieri mattina la quiete a Villa Castelli (BR).
A seguito di indagini serrate della Squadra Mobile di Taranto e del Commissariato di Grottaglie in sinergia con il Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Francavilla Fontana e il Nucleo Investigativo Carabinieri di Taranto, si è proceduto all'arresto in quasi flagranza di reato di un grottagliese classe 1965, ritenuto responsabile del tentato omicidio di un trentenne pregiudicato di grottaglie nonchè di porto e detenzione di arma clandestina.
Nella mattinata, infatti, la vittima si era presentata presso l'ospedale di Grottaglie con diverse ferite da arma da fuoco.
Contemporaneamente, presso il nosocomio di Francavilla Fontana (BR), giungeva il figlio dell'arrestato, anch'esso attinto da un colpo d'arma da fuoco.
Le indagini hanno consentito di ricostruire, quindi, la dinamica degli eventi.
In particolare, è emerso che intorno alle 7.00 del mattino, la vittima si è recata presso l'abitazione del suo aggressore il quale, dopo un acceso diverbio degenerato in colluttazione, esplodeva al suo indirizzo diversi colpi di pistola. Nella circostanza, rimaneva ferito, in maniera non grave, anche il figlio dell'aggressore. Le indagini espletate hanno consentito di rinvenire e sequestrare l'arma utilizzata nel corso dell'evento delittuoso: una pistola a salve cal. 9x21 modificata e n.5 proiettili.

Letto 1509 volte