Domenica, 29 Maggio 2016 07:55

TARANTO E PALAGIANO/ Due arresti dei Carabinieri. In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

A Taranto un arresto per aver rubato due giubbotti da un negozio ed a Palagiano un arresto per evasione

 

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taranto, hanno arrestato, per furto aggravato, Pasquale NIGRO, 54enne, pregiudicato tarantino. L’uomo è stato sorpreso dai Carabinieri subito dopo aver consumato un furto ai danni di un negozio di abbigliamento della galleria di un centro commerciale del capoluogo jonico.  I militari, intervenuti a seguito di richieste pervenute sul 112 che segnalavano la presenza di un soggetto sospetto aggirarsi tra i  negozi del centro commerciale, hanno rintracciato l’uomo mentre tentava di fuggire nascondendosi tra le autovetture parcheggiate all’esterno dell’ipermercato.  Il 54enne, trovato in possesso dei due giubbotti, rubati poco prima, dai quali aveva anche divelto e danneggiato le placche antitaccheggio, veniva bloccato e condotto in caserma.Il NIGRO, già affidato in prova ai servizi sociali, è stato arrestato e, terminate le formalità di rito, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Taranto, dott. Raffaele Graziano, sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.La merce, per un valore di circa € 300,00, è stata restituita al titolare dell’attività commerciale.

I Carabinieri della Stazione di Palagiano (TA), hanno tratto in arresto in flagranza del reato di evasione un 56enne del posto, in atto sottoposto agli arresti domiciliari. In particolare,  i militari, durante i consueti controlli nei confronti dei soggetti sottoposti a misure di limitazione della libertà personale, accertavano che l’uomo, nonostante fosse sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, si era allontanato arbitrariamente dalla propria abitazione senza essere autorizzato. Rintracciato, poco dopo, all’interno di un bar, veniva condotto in caserma e, terminate le formalità di rito, su disposizione dell’A.G., veniva risottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la propria abitazione. 

Letto 2339 volte Ultima modifica il Domenica, 29 Maggio 2016 08:02