Sabato, 21 Novembre 2015 18:30

ORDINE COMMERCIALISTI - Operativo a Taranto l'Organismo di composizione della crisi In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Arriva un altro importante risultato per l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Taranto, con  ricadute positive sia per i Commercialisti che per i privati consumatori, per i professionisti e per  le piccole imprese non fallibili. Infatti, con Provvedimento del Direttore Generale dell’11 novembre 2015  è stato iscritto nella sezione A del Registro degli Organismi deputati a gestire i procedimenti di composizione della crisi da sovrainvestimento l’Organismo di Composizione della Crisi Commercialisti Taranto (OCC Commercialisti Taranto). Il Registro è tenuto dal Ministero della Giustizia e l’O.C.C. tarantino è stato il quinto in Italia ad iscriversi ed a diventare operativo.
 
Si tratta di un importante e tempestivo passo per l’Ordine tarantino, guidato dal dott. Cosimo Damiano Latorre.  “La crisi/recessione economica in atto da diversi anni – afferma il Presidente Latorre -  ha creato difficoltà da sovraindebitamento, non solo per le imprese, ma anche per le famiglie e per i Professionisti. Sicché, tramite questo nuovo istituto,  anche il privato può accedere ad una procedura di esdebitazione. Questa situazione porterà, nostro malgrado, nuovo lavoro ai commercialisti tarantini, che saranno attori protagonisti nella gestione della Crisi da sovraindebitamento”. 
Una grossa opportunità dunque sia per i Commercialisti, perché l’incarico sarà riferito all’ambito dell’Albo di appartenenza, che per i privati. “Pensiamo ad esempio ad una famiglia in grave difficoltà economica – continua Latorre, il Commercialista la aiuterà a strutturare il piano di esdebitazione”. Una sorta di concordato preventivo, un accordo di ristrutturazione che, laddove vi siano le condizioni, potrà risolvere tante problematiche. 
“Attraverso il Referente dell’O.C.C. – specifica infine Latorre -   già nominato,  e che ringrazio pubblicamente di aver accettato questo oneroso incarico, provvederemo ad aggiornare il primo elenco dei “Gestori della Crisi”, già approvato dal  Ministero”. Ma l’Ordine tarantino è andato ancora oltre: poiché uno degli obiettivi del CdO è stato sin dall’inizio quello di agevolare i giovani commercialisti nell’avviamento lavorativo, si è subito pensato ad un’azione mirata all’inserimento dei giovani commercialisti in detto registro. “Stiamo già organizzando un corso di formazione specialistico abilitante,  insieme alla nostra Università,  della durata di 40 ore e con un test finale di valutazione. Ora mi aspetto che i colleghi sappiano promuovere adeguatamente l’O.C.C. COMMERCIALISTI TARANTO e, nel contempo, auspico che tutti coloro che stanno vivendo delle difficoltà si rivolgano con fiducia al nostro Organismo. In questo momento storico questo nostro nuovo cammino sarà molto utile per il territorio. Il Commercialista è un professionista certificato, e attraverso questo nuovo strumento operativo saprà certamente suggerire le giuste soluzioni ai vari tipi di problemi”. 
Insomma, uno sguardo positivo alla difficile panoramica delle crisi economiche.  
Letto 961 volte