Venerdì, 17 Luglio 2015 06:54

MABDURIA/ Nuovo presidente al Rotary. In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

E’ Luigi Di Noi, che succede a Giovanni Galeandro

 

Ha preso il testimone (in gergo rotariano: cambio del martelletto) dal presidente uscente, Giovanni Galeandro protagonista di un anno davvero entusiasmante  per il Club messapico.La solenne cerimonia si è svolta davanti a tutti i soci e a numerosi ospiti, intorno alla piscina dell’Eden Park di Marina di Pulsano. Oltre a presidenti e segretari, al tavolo d’onore sedevano anche gli assistenti del Governatore, passato e attuale.

La prima battuta, ovviamente, è andata al presidente uscente, Galeandro, che ha parlato di “meravigliosa avventura” l’anno appena concluso. Una bella avventura perché si sono realizzati due obiettivi fondamentali: la creazione di sempre maggiori legami d’amicizia fra i soci, indispensabili per il raggiungimento degli obiettivi; e, appunto, gli obiettivi, ovvero i service che quest’anno trascorso sono stati particolarmente numerosi e qualificanti, tali da evidenziare il vero volto del Rotary. Un particolare ringraziamento il presidente uscente l’ha rivolto a tutti i componenti della sua squadra e all’assistente del Governatore, Antonio Biella, definito addirittura “angelo custode”. A tutti, Galeandro ha consegnato un pregevole oggetto a ricordo dell’anno.

Quindi si è passato all’assegnazione di ben tre Paul Harris Fellow, la massima onorificenza rotariana, assegnate a tre soci: Ninni Camassa, Grazia Viapiano e Pietro Di Noi, ognuno dei quali distintosi nell’attaccamento al Club e l’aiuto concreto nei progetti. L’attestazione del Governatore al socio “Rotariano dell’Anno” è stato consegnato a Pierluigi Zollino; e un distintivo col brillantino a Maurizio Lacaita.

Un altro momento importante della manifestazione è stato quando il socio Pino Lonoce ha presentato al Club due nuovi cooptandi: il notaio Aldo Gargano e il chirurgo Salvatore Mandurino. Ai due il presidente Galeandro ha spillato il distintivo di socio con l’applauso dell’assemblea.

I due presidenti, col socio fondatore Mario Di Maggio, hanno scoperto il nuovo labaro del Club che quest’anno compie 18 anni, Al nuovo labaro è stata poi spillata la medaglia concessa dal Governatore Palombella per i risultati conseguiti.

A questo punto, dopo lo scambio fra i segretari (l’uscente Paola Silvestri e l’entrante Pierluigi Zollino), c’è stato il passaggio del Collare da Presidente fra Galeandro e Luigi Di Noi che, visibilmente emozionato,  ha preso la parola.

Di Noi ha ringraziato il predecessore e l’intero Club per i risultati conseguiti, ha presentato i componenti della sua squadra e si è posto, programmaticamente, in sintonia e in continuità col positivo recente passato.

I due presidenti, insieme, hanno poi chiamato il presidente del R.C. di Monaco, Hans Muller, col quale hanno scambiato i gagliardetti e l’impegno a realizzare un progetto insieme.

Per ultimi, hanno compiuto il cambio della guardia  - con un abbraccio e brevi interventi – il past assistente del Governatore, Antonio Biella, e il nuovo assistente, Antonio Gigante, già pastpresident dello stesso Club mandriano.

A.B.

 


Letto 1244 volte