Venerdì, 03 Aprile 2015 11:59

Occhio alle "truffe dello specchietto", due denunce a Talsano In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nonostante l'efficace opera di informazione messa in atto dalle Forze di Polizia, più di un cittadino continua a finire nella rete dei cosiddetti “truffatori dello specchietto”. Stando a quanto comunicato dalla Questura, l'ultimo episodio in ordine di tempo si è verificato nella borgata cittadina di Talsano, dove gli agenti della Squadra Volante hanno intercettato in via Madonna delle Grazie due giovani fratelli originari di Siracusa che a bordo di una Fiat Punto di colore verde stavano cercando di mettere a segno il loro piano ai danni di automobilisti. Subito bloccati per un controllo, i due non sarebbero stati in grado di giustificare la loro presenza nel territorio ionico, ma non basta. Mentre erano in corso le verifiche si è avvicinato un anziano che nel riconoscere i due fratelli ha segnalato ai poliziotti di essere rimasto vittima dell'ormai noto “sistema” un paio di giorni prima. In quella circostanza, i siracusani avrebbero fermato il pensionato chiedendogli 50 euro di risarcimento poiché sostenevano di aver subìto il danneggiamento dello specchietto esterno della loro autovettura proprio a seguito di un urto con l'auto del signore. Pur non essendo convinto di aver provocato il danno, il malcapitato anziano avrebbe accettato di pagare evitando che i due si rivolgessero alla sua assicurazione per la segnalazione del sinistro. Preso atto del racconto illustrato dalla vittima di quello che aveva tutta l'aria di esser stato un raggiro ed effettuati gli opportuni riscontri, gli agenti hanno accompagnato in Questura entrambi i fratelli denunciandoli per truffa. Un provvedimento a cui si aggiunto il foglio di via obbligatorio emesso dal Questore.