Giovedì, 26 Marzo 2015 12:29

IL FATTO - Asta di beneficenza de "Il Ponte", la crisi colpisce anche la solidarietĂ  In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

La crisi colpisce tutto e tutti, riducendo anche la capacità di aiutare il prossimo! Questo è l’esito della tradizionale asta di beneficenza organizzata dall’associazione di volontariato “Il Ponte” Onlus che, per finanziare le proprie attività filantropiche, da ventuno anni organizza questa iniziativa in cui vengono “battuti all’asta” tantissimi oggetti di pregio ricevuti da privati e da aziende che così sostengono gli sforzi dei volontari per aiutare chi vive un disagio. Da ventisei anni, infatti, l’associazione si impegna per le famiglie bisognose tarantine, tra l’altro realizzando presso la propria sede un doposcuola per i loro bambini, e organizza diverse iniziative a favore dei detenuti della locale casa circondariale, anche per il loro futuro reinserimento.

Si è confermato il trend negativo che da alcuni anni, in particolare da quando la crisi economica sta colpendo il nostro Paese, vede ridursi progressivamente la somma che “Il Ponte” Onlus riesce a raccogliere con l’asta benefica: nella giornata di domenica 22 marzo sono stati raccolti circa 7.500 euro, mentre solo 5/6 anni addietro si superavano senza problemi i 10.000 euro.

Un'ulteriore conferma viene dai volontari de “Il Ponte” Onlus che hanno sottolineato come sia diminuito l’interesse dei tanti partecipanti all’asta per gli oggetti di maggiore valore, come le preziose penne da collezione o i mobili di antiquariato di gran pregio, rimasti infatti invenduti, mentre di contro sono stati “contesi” all’asta oggetti di valore notevolmente inferiore.

Eccezione è stato il lotto “La canzone della vita” che, comprendente due sculture lignee di Augusto Bruschi, è stato aggiudicato a 2.500 euro; come è ormai tradizione, anche quest’anno, infatti, il giudice Augusto Bruschi ha voluto sostenere “Il Ponte” Onlus donando un suo artistico manufatto da mettere all’asta, tra l’altro lo stesso ha anche curato la ricerca iconografica per il depliant e il manifesto della manifestazione, la cui grafica è stata curata da Andrea Indellicati.

La selezione delle opere pittoriche è stata invece curata da Antonio Rolla che le ha battute all’asta, tutte tranne il suo dipinto che è stato “affidato” a Carmen Galluzzo Motolese. Con la “supervisione” del notaio Angelina Latorraca, tutti gli altri oggetti sono stati battuti all’asta dal Colonnello Michele Sangirardi, dal giornalista Walter Baldacconi, dal performer Giovanni Guarino e dall’antiquario Ilaria Margherita dell’omonima Galleria Margherita.

Questi gli artisti che hanno donato una loro opera per l’asta di beneficenza de “Il Ponte” Onlus: Anna Amendolito, Erminio Biandolino, Egidio Bitonto, Elio Bruni, Augusto Bruschi, Oronzo Corigliano, Riccardo Palisi, Elio De Luca, Egidio Di Ponzio, Carmen Galluzzo, Giuseppe Lecce, Letizia Lisi, Oronzo Mastro, Fabio Pepe Pierri, Alfredo Pompilio, Rosaria Ragni, Antonio Rolla, Liz Sbarra, Camilla Tabò, Ernesto Treccani e Francesca Vivacqua.

 

Letto 1029 volte