Mercoledì, 17 Dicembre 2014 19:05

TARANTO/ Donato dall'Assessore Nardoni alle Scuole tarantine il libro “Mange e bbive tarandine” (storia, sapori e saperi della cucina tradizionale tarantina e pugliese). In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Il  17 dicembre 2014 nella sede del Provveditorato agli studi, alla presenza del Dottor Giuseppe Silipo (Provveditore agli studi), del Dottor Nardoni (Assessore regionale alle attività Agroalimentari), della Prof.ssa Anna Rita Lemma (Consigliere regionale) e del Prof. Piero Massafra (Editore della Scorpione editrice), si è svolta una cerimonia semplice e nello stesso tempo molto profonda: grazie alla volontà dell’Assessore Nardoni, è stato fatto dono a tutte le scuole di Taranto (ben 45 direzioni scolastiche) di 5 libri dal titolo “Mange e bbive tarandine” (storia, sapori e saperi della cucina tradizionale tarantina e pugliese). Si è voluto, così, testimoniare l’attenzione della istituzione regionale nei confronti del mondo della scuola.  Il nobile gesto è stato condiviso dalla Consigliere regionale, Prof.ssa Lemma e dal Provveditore, Dottor Silipo.  Il testo potrà essere studiato nelle scuole, affinché le nuove generazioni possano essere fieri del loro antico mangiare quotidiano. Erano presenti alla cerimonia di consegna dei libri gli autori, Enzo e Rosa Risolvo che, con emozione, hanno aderito all’iniziativa. Il libro, che consta di 17 capitoli, parla della cucina greca, romana e medievale,  approfondisce tematiche riguardanti la storia del pane, della pasta, dell’olio, delle cozze e delle tradizioni relativi alle conserve fatte in casa (salsa, acciughe, melanzane, ecc.), ai liquori (rosolio soprattutto) e ai dolci tradizionali. Vi sono circa 300 ricette (antiche e antichissime), tutte rigorosamente locali.  Insomma, un vero e proprio elogio alla cucina nostrana e dei nostri avi: si vuole, così, rappresentare  l’ottimo e salutare mangiare mediterraneo.


Letto 1007 volte