Lunedì, 13 Ottobre 2014 19:03

PROVINCIA - Ambiente e occupazione, le linee guida di Tamburrano In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

"Nessuno si deve sentire spettatore di fronte alle scelte, sono sicuro di realizzarle poiché conto sulla vostra leale collaborazione". Martino Tamburrano ha concluso così il suo primo discorso da neopresidente della Provincia di Taranto. Venti minuti o poco più per illustrare quelle che saranno le linee programmatiche della sua azione amministrativa. Un cammino che ha avuto inizio ieri, lunedì 13, poco dopo aver recitato la formula del giuramento.

Giusto il tempo di ringraziare quanti hanno avuto fiducia in lui, eleggendolo presidente, e di annunciare che soltanto fra un paio di giorni renderà noti i nomi dei due nuovi assessori destinatari delle deleghe che, per volontà del partito e dell'on. Michele Pelillo, i consiglieri del Pd, Gianni Azzaro e Piero Bitetti, hanno rimesso nelle mani dello stesso Tamburrano, che subito il presidente forzista ha tracciato le linee-guida.

Un'azione che si muoverà lungo l'asse lavoro--occupazione-ambiente. E Isolaverde, Paisiello e Protocollo informatico sono i tre nervi scoperti dell'amministrazione priovinciale. Questioni spinose lasciate in sospeso dalla giunta Florido (che ha visto il suo presidente travolto dall'inchiesta Ambiente svenduto) e riprese parzialmente, sebbene senza novità di sorsa, dall'esercizio commissariale di Mario Tafaro. Per non parlare, ha sottolineato Tamburrano, degli interventi "a favore degli operai del porto, delle ditte dell'indotto Ilva, dell'Eni, delle Cooperative. Per la risoluzione di questi problemi - ha aggiunto con veemenza - pretendo al mio fianco tutti i sindacati e le associazioni  con uno spirito, e ne sono certo, più solidale, più costruttivo e più concreto".

Incisivo anche il passaggio sulle questioni ambientali. "I progetti di sviluppo in corso (Tempa rossa, Illva, Eni, Cementir, termovalorizzatori ed altro) - ha detto il presidente Tamburrano - devono essere discussi, tutti ci dobbiamo documentare  e poi esprimere un giusto parere con responsabilità e coerenza in virtù anche, e soprattutto, delle condizioni ambientali compromesse. Ma se gli interventi dovessero avere tutti i crismi della sicurezza ambientale e sanitaria, dobbiamo realizzarli. Questa deve essere la nostra differente concretezza".

E, poi, accelerare  l’iter di tutti i progetti esistenti, "con gare immediate per dare impulso all’occupazione e respiro alle imprese",per quanto riguarda i lavori pubblici mentre sul versante della viabilità, Tamburrano ha rimarcato che "occorre impegnare tutte le risorse ed intercettarne altre con l’aiuto soprattutto della Regione per rendere le nostre strade più sicure" così come serve una nuova proposta di offerta formativa sull’intera provincia "ed affrontare le emergenze di ristrutturazione ed individuazione di nuove sedi ai nostri istituti superiori" in modo da mettere mano concretamente alla delicata situazione dell'edilizia scolastica a Taranto e provincia". Scuola vuol dire anche sul cultura e su questo fronte il neoipresidente della Provincia auspica "un raccordo con tutti i sindaci per progettualità comuni".

Resta il fatto ce, dal punto di vista delle finanze dell'ente, "la situazione è drammatica" per cui "occorrerà fare scelte importanti" così come fondamentale è "la ristrutturazione dei settori della Provincia, l'individuazione di altri dirigenti (con bando pubblico) e dotarsi di una pianta organica che tenga conto delle professionalità esistenti nonchè serve una migliore organizzazione".

Attenzione sarà rivolta anche ai servizi sociali. "Affronteremo le tematiche sociali con una azione di coordinamento con i Comuni attraverso la realizzazione del Centro Risorse Famiglia, di una nuova organizzazione del Centro Antiviolenza  donne, con un'ulteriore attenzione agli interventi per i ceti meno abbienti".

Infine, Tamburrano ha annunciato la costituzione delle Conferenza permanente dello Sviluppo "da me presieduta con sindacati, Camera di commercio, Autorità portuale, Asi, sindaco di Taranto per programmare lo sviluppo della nostra provincia".

 

 ELENCO GRUPPI CONSILIARI E RELATIVI CAPIGRUPPO

 

 

Tamburrano Martino

 

PRESIDENTE

FORZA

ITALIA

Decataldo Arturo

 

Capogruppo

Franzoso Michele

 

 

Natale Marco

 

 

Pulito Giuseppe

 

 

PD

Miccolis Vito

 

Capogruppo

Azzaro Giovanni

 

 

Bitetti Pietro

 

 

Cascarano Maria Grazia

 

 

NCD

Castellaneta Pasqua G.

 

Capogruppo

UDC

Muschio Schiavone

Michele

Capogruppo

CENTROSINISTRA

Capriulo Dante

 

Capogruppo

REALTA’

ITALIA

Illiano Filippo

 

Capogruppo

 

 

 

 

 

 

 

 

Letto 865 volte