Lunedì, 13 Ottobre 2014 17:21

Maxi-furto ai danni di "Lord": recuperata quasi tutta la refurtiva In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Hanno fatto registrare una svolta immediata le indagini avviate dalla Questura subito dopo la scoperta del maxi-furto messo a segno la scorsa settimana ai danni del noto negozio di abbigliamento tarantino “Lord”.

Nella serata di domenica, gli Agenti dell’U.P.G.S.P. e della Squadra Mobile, in collaborazione con personale del Commissariato di P.S. di Galatina, hanno potuto recuperare buona parte della merce trafugata dalla boutique che ha i suoi locali nella centralissima via Di Palma.

Stando a quanto comunicato dagli investigatori, l'attività di indagine ha ben presto indirizzato le Forze dell'Ordine verso la provincia di Lecce e questo dopo aver raccolto elementi in grado di far ritenere che l’intera refurtiva fosse nelle mani di noti ricettatori del settore, operanti nel Salento.

A suggello di mirati accertamenti e di lunghi servizi di appostamento, i poliziotti sono riusciti ad individuare nel comune di Sogliano Cavour (in provincia di Lecce) il deposito di un noto esercizio commerciale della zona in cui era stata occultata la merce rubata.

Il “blitz” che ha consentito di risolvere il caso è scattato alle 19.00 di ieri: dopo aver notato l’arrivo di un furgone in cui con tutta probabilità potevano esser stati caricati i capi d’abbigliamento, i poliziotti della Questura di Taranto, coadiuvati dai colleghi del Commissariato di Galatina, hanno fatto irruzione nel locale seminterrato.

Una volta all’interno del deposito, gli agenti hanno avuto conferma dei loro sospetti poiché è stato proprio lì che si trovava gran parte di quanto rubato da “Lord”. In numerosi cartoni, sono stati rinvenuti circa 500 capi d’abbigliamento che avevano ancora applicato il cartellino di vendita del noto negozio tarantino. A quel punto, spazzato via ogni dubbio, le Forze dell'Ordine hanno denunciato per ricettazione sia il titolare del deposito sia altre due persone che erano presenti al momento dell'operazione, mentre la merce recuperata (il cui valore complessivo si aggira sui 100mila euro) è stata restituita ai legittimi proprietari.

 

Letto 796 volte