Giovedì, 25 Settembre 2014 22:24

Cgil, Cisl. Uil "Indignati per la nuova tassa sui rifiuti chiediamo un incontro urgente al Comune di Taranto" In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

"Preoccupano ed indignano le notizie sulla nuova tassa rifiuti (Tari) che la Commissione Bilancio del Comune di Taranto sta per decidere" è quanto scrivono in una nota congiunta Cgil, Cisl e Uil.

"L’indignazione -prosegue la nota- oltre che sul merito dei provvedimenti in adozione, è relativa al metodo autarchico e unilaterale con il quale l’Amministrazione Comunale si accinge ancora una volta a decidere nuove tasse ( è già successo anche per la Tasi), ignorando le richieste di confronto su queste materie avanzate già alcuni mesi fa dalle Segreterie Territoriali CGIL, CISL, UIL, in rappresentanza di gran parte dei lavoratori, pensionati e cittadini tarantini.

Le ipotesi di nuove tariffe apparse sulla stampa come “prima bozza di quanto si pagherà nei prossimi mesi” rappresentano un aggravio non indifferente, che peserà sulle già precarie condizioni economiche della maggior parte delle famiglie tarantine.

Se è vero che la tassa rifiuti è rapportata alla copertura dei costi del servizio, è anche vero che non si è fatto e non si fa niente per ridurre annualmente quei costi (Raccolta differenziata, ecc.) e quindi i costi continuano ad aumentare anno dopo anno.

CGIL, CISL e UIL nel denunciare il proprio dissenso sul metodo e sul merito degli aumenti in questione- conclude la nota- ribadiscono l’esigenza e la richiesta di un confronto urgente, prima di rendere definitive le ipotesi della Commissione Bilancio".

                            

Letto 708 volte