Mercoledì, 17 Settembre 2014 15:49

Scoperto a Grottaglie deposito di merce rubata del valore di 6mila euro: denunciati due giovani In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
L'interno del deposito di merce rubata L'interno del deposito di merce rubata
Merce rubata per un valore di circa 6mila euro. E' quanto scoperto nella mattinata odierna  dagli agenti del Commissariato di Grottaglie, al termine di articolate indagini, all’interno di un garage sito nel centro storico della "Città delle ceramiche".
Stando alla ricostruzione dei fatti illustrati dalla Questura, nel corso dei consueti servizi di controllo del territorio, mentre stavano  percorrendo la SS. che conduce a San Giorgio Jonico i poliziotti hanno incrociato due giovani a bordo di un Apecar di color arancio. 
Alla vista dell’auto delle Forze dell'Ordine, il conducente del motocarro imboccava una strada serrata per poi abbandonare il mezzo e darsi a precipitosa fuga (insieme all'altro individuo) nelle campagne circostanti. A quel punto, gli agenti non hanno potuto far altro che accertare che l’Apercar era oggetto di furto ed aveva applicata anche la targa di un ciclomotore già sotto sequestro.
Avendo avuto modo di riconoscere i due giovani che si trovavano a bordo del mezzo, gli agenti hanno ispezionato una zona del centro storico della città  abitualmente frequentata dai sospettati. Nel corso dell’operazione i poliziotti hanno proceduto al controllo di un vano seminterrato privo di serratura e con le ante chiuse. Una volta entrati nel locale, gli investigatori del Commissariato hanno rinvenuto un vero e proprio deposito di merce tra cui 2 scooter, numerosi pezzi di ciclomotori, telai smontati, motori per ciclomotori, motoseghe a scoppio ed elettriche, gruppi elettrogeni, saldatrici, trapani, avvitatori a batterie, idroplulitrici, videoproiettori e tante altre attrezzature (tutte poi inventariate, recuperate e sequestrate per le successive indagini) molte oggetto di recenti furti commessi proprio a Grottaglie. E non basta. Gli agenti hanno anche recuperato importante documentazione, la stessa che ha fugato ogni dubbio su chi potesse avere nella disponibilità il deposito appena controllato: vale a dire uno dei due ragazzi che prendeva posto sul motocarro. A seguito di precisi indizi di colpevolezza, due giovani, rispettivamente di 20 e 18 anni, fortemente sospettati di essere gli stessi che si trovavano a bordo dell'Apecar, sono stati  denunciati in stato di libertà per ricettazione.
 
Letto 709 volte