Lunedì, 28 Luglio 2014 22:41

Grottaglie, scontro sulle tasse locali, sindacati pronti alla mobilitazione In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

<Le notizie stampa sulla fiscalità locale  del Comune di Grottaglie non sono rassicuranti>. Così esordiscomo in una nota le segreterie territoriali di Cgil, Cisl e Uil che sulla questione si dicono pronte a mobilitare i cittadini.

<Ci aveva già meravigliato non poco leggere le dichiarazioni che il sindaco Alabrese ha rilasciato alla stampa già giovedì scorso,  nel giorno stesso nel quale si teneva un incontro con CGIL,CISL e UIL e le relative categorie dei pensionati, da lui stesso definito interlocutorio e propedeutico a decisioni riguardanti il bilancio da assumere dopo le ferie.

Leggere poi  che a quanto pare il Comune ritiene inevitabili ulteriori aggravi fiscali, dopo quelli che unilateralmente l’Amministrazione ha già deliberato oltre un mese fa sull’addizionale Irpef, ci indigna abbastanza.

Per chiarezza- sottolineano i sindacati- nell’incontro tenuto il 23 luglio scorso, proprio perché si trattava di incontro interlocutorio, il Sindaco e l'assessore ai Tributi del Comune di Grottaglie, hanno chiesto alle organizzazioni sindacati di esprimere un loro parere sui Regolamenti della TASI e della TARI inviatoci in bozza dalla Amministrazione.

Le Organizzazioni Sindacali, sulla base delle tensioni raccolte tra i cittadini, hanno in primo luogo contestato all'Amministrazione  metodo e merito del provvedimento di aumento dell'Irpef, assunto già a giugno, e hanno chiesto di rivedere, per quanto è possibile, la decorrenza del 1° gennaio scorso, rinunciando almeno in parte agli arretrati, mentre sulla Tasi e la Tari hanno chiesto al Sindaco di esaminare fino in fondo tutte le possibilità di evitare ulteriori aumenti della fiscalità locale e comunque di prevedere, come in altri Comuni, detrazioni adeguate, tanto sulla Tasi che ingloba I'IMU sulla prima casa, quanto sulla Tari che sostituisce la Tares.

In proposito – prosegue la nota di Cgil, Cisl e Uil- le organizzazioni sindacali hanno chiesto al Comune di percorrere fino in fondo la strada della raccolta differenziata, allo scopo di contenere i costi del servizio e quindi I'imposta sui rifiuti.

L’incontro si era chiuso con l’impegno del Sindaco a riconvocare le organizzazioni sindacali nel momento in cui l’Amministrazione sciolti i suoi nodi, appronti una ipotesi di imposte, con le necessarie detrazioni, tanto sulla Tasi, quanto sulla Tari e  prima di assumere deliberazioni su queste materie.

In assenza del rispetto di tale impegno – conclude la nota- saremo costretti a mobilitare i cittadini.

Letto 559 volte