Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - IL DECRETO/ Domani audizione di PeaceLink al Senato sullo scudo penale all’ex Ilva
Lunedì, 23 Gennaio 2023 14:42

IL DECRETO/ Domani audizione di PeaceLink al Senato sullo scudo penale all’ex Ilva In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Nei prossimi giorni si terrà il dibattito parlamentare per la conversione in legge o meno del decreto legge 2/2023 con cui il governo intende instituire un nuovo scudo penale per l\\\'ILVA che concede l\\\'immunità penale a chi gestisce lo stabilimento limitando i poteri della magistratura.”

È quanto scrive PeaceLink nella nota con cui annuncia che l’Associazione è stata invitata a svolgere al Senato un\\\'audizione informale (congiuntamente a rappresentanti di Legambiente e WWF), sul disegno di legge n. 455 (d-l 2/2023 - Impianti di interesse strategico nazionale). Tale audizione avrà luogo, in modalità di videoconferenza, domani, martedì 24 gennaio alle ore 13.30, per una durata complessiva di 30 minuti circa (10 minuti a organizzazione), e sarà trasmessa in diretta streaming sul canale web del Senato.

Chi volesse seguire l\\\'audizione da \\\"uditore\\\", potrà farlo visionando la diretta streaming sul canale specificato a margine della audizione prevista dal calendario http://www.senato.it/4316, nei consueti canali Senato WebTV e YouTube rintracciabili su http://webtv.senato.it/webtv_live

Le audizioni sono svolte dalla 9ª Commissione permanente - Senato della Repubblica (Industria, commercio, turismo, agricoltura e produzione agroalimentare).

 

All\\\'audizione \\\"sullo scudo penale\\\" relazionerà Alessandro Marescotti, presidente di PeaceLink, che ha già dichiarato: \\\"Il nuovo decreto legge del governo è uno sconfinamento di poteri. Lo consideriamo una grave intromissione nella sfera di autonomia della magistratura che a Taranto ha operato per la difesa della salute dei cittadini e per contrastare il disastro ambientale in atto disponendo la confisca e il sequestro degli impianti inquinanti. Siamo dell\\\'avviso che quando un governo entra a gamba tesa per fermare la magistratura, altera l\\\'equilibrio fra i tre poteri su cui si basa lo stato di diritto. Occorre promuovere un sostegno popolare alla magistratura sotto attacco\\\".

Gianfranco Amendola, ex magistrato ed esperto in normativa ambientale, ha scritto in un recente breve saggio giuridico sul decreto legge 2/2023: \\\"E inutile dire, a questo punto, che la normativa appena esposta appare senza alcun dubbio in contrasto con tutti i dettami della Costituzione ad iniziare dall’art. 41, il quale non parla di alcun “bilanciamento” ed afferma, senza ombra di dubbio, che le esigenze economiche e produttive non possono mai prevalere sul diritto alla salute\\\".

Letto 121 volte Ultima modifica il Lunedì, 23 Gennaio 2023 15:53