Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - MARINA/ Il comandante di Stato maggiore “la base navale di Taranto sarà ampliata”
Mercoledì, 07 Dicembre 2022 07:31

MARINA/ Il comandante di Stato maggiore “la base navale di Taranto sarà ampliata” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“La stazione navale Mar Grande sarà oggetto di opere di adeguamento e ampliamento per garantire supporto alle unità di nuova generazione caratterizzate da dimensioni e impronta logistics maggiore rispetto alle attuali”. Lo ha detto ieri a Taranto il capo di Stato maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Enrico Credendino, intervenendo alla cerimonia di avvicendamento, al vertice del Comando interregionale marittimo Sud, tra l’ammiraglio di squadra Salvatore Vitiello, che lascia l’incarico dopo cinque anni, e l’ammiraglio di divisione Flavio Biaggi che arriva dal comando dell’Accademia navale di Livorno.

     Credendino ha poi citato “la realizzazione, proprio qui a Taranto, all’interno della base navale, del comando multinazionale marittimo per il Sud della Nato\\\".

    \\\"Rappresenta\\\", ha detto il capo di Stato maggiore, \\\"una testimonianza viva dell’attenzione della Nato verso il Mediterraneo”.

 

“Le attività e le sinergie\\\", ha proseguito Credendino, \\\"sono talmente rilevanti e interrelate che la Marina non è solo affianco di Taranto ma ne è parte integrante e ne sostiene l’economia,ne supporta lo sviluppo e la crescita sostenibile, tanto da essere presente su tutti i tavoli dove si discute il futuro della città”.

     “È dalla fine dell’800 che Taranto ospita la Marina Militare. Sono state diverse le trasformazioni avvenute negli anni in termini di funzioni, di aree di responsabilità, di denominazioni. La forza armata ha sempre continuato ad investire. Ancora oggi\\\", ha detto Credendino, riferendosi a Taranto, \\\"costituisce la principale articolazione territoriale della Marina. Di recente ho disposto il cambio di nome in Comando interregionale marittimo Sud”.

    “La Marina ha mantenuto un’ampia e diversificata presenza in tutto il Sud della penisola, con le basi navali, con la brigata Marina San Marco, le stazioni aeree, gli stabilimenti di lavoro, gli enti di supporto tecnico, logistico e amministrativo”, ha poi dichiarato il capo di Stato maggiore della Marina che ha riconosciuto ed apprezzato il lavoro messo in campo negli ultimi cinque anni dell’ammiraglio Vitiello. Lavoro che ha riguardato l’apporto della forza armata al Contratto istituzionale di sviluppo di Taranto, la dismissione a favore della città dell’area ex base navale della stazione torpediniere, il master plan dei Giochi del Mediterraneo a Taranto 2026, il piano Brin per l’ammodernamento e adeguamento dell’Arsenale militare di Taranto. Vitiello, infine, nei prossimi giorni assumerà il comando logistico della Marina a Napoli.