Venerdì, 31 Gennaio 2014 04:51

TARANTO - Loredana Capone, Assessore allo Sviluppo economico: nel capoluogo ionico occorre un Distretto urbano del commercio In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
“A Taranto serve un Distretto urbano del commercio. La città deve riappropriarsi della sua vocazione culturale e commerciale e ripartire da questa”. L’ha detto l’assessore allo Sviluppo economico, Loredana Capone, partecipando al convegno “I distretti urbani del commercio: analisi e programmazione progettuale” che si è tenuto a Taranto nella sede di Confcommercio. “Perché ciò sia possibile – ha spiegato l’assessore – occorre una coprogettazione di residenti, commercianti, artigiani, operatori culturali e dei servizi che abbia come obiettivo Taranto smart city”. “Non servono progetti calati dall’alto, ma la consapevolezza che le forze attive della città non aspettino che la tempesta della crisi passi, ma imparino ‘a ballare sotto la pioggia’, come diceva Gandhi. Ci sono talenti nuovi da attivare e risorse a cui tutti i Comuni della provincia possono accedere. Ma nessuno deve aspettare che i soldi cadano come pioggia: la nuova programmazione comunitaria chiede ai Comuni di scoprire e valorizzare le proprie specializzazioni. e tra le specializzazioni di Taranto non c’è solo quella dell’industria siderurgica”. “Non c’è tempo da perdere”, ha concluso Loredana Capone. “I Comuni approvino i propri piani commerciali (in provincia di Taranto solo 4 Comuni ce li hanno) e preparino i loro Distretti urbani del commercio, connettendo le vocazioni culturali artistiche archeologiche e gastronomiche con gli obiettivi commerciali e l’uso di piattaforme tecnologiche per migliorare vendite e servizi. Così questa bella città potrà rinascere”.
Letto 1490 volte Ultima modifica il Venerdì, 31 Gennaio 2014 04:58