Mercoledì, 12 Dicembre 2018 14:28

Arcelor Mittal: Regione Puglia approva apertura decarbonizzazione In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Assessore Mino Borraccino:tempi medio lunghi, ma è una buona notizia.

 

( “ArcelorMittal ha presentato a Parigi un progetto di decarbonizzazione dell’ex Ilva di Taranto. Certo, il progetto avrà tempi medio-lunghi di realizzazione e richiederà finanziamenti pubblici oltre quelli propri dell’impresa, ma la notizia è buona”. Attraverso l’assessore allo Sviluppo economico, Cosimo Borraccino, la Regione Puglia esprime consenso all’annuncio fatto dalla multinazionale che dall’1 novembre scorso gestisce il gruppo Ilva, tra cui lo stabilimento siderurgico di Taranto, avendolo preso, con un contratto di fitto con opzione all’acquisto, dall’amministrazione straordinaria. Nel Media Day di Parigi, infatti, i vertici di Arcelor Mittal hanno chiesto che l’Europa introduca un “aggiustamento verde” alle frontiere affinché l’acciaio importato nella Ue abbia gli stessi standard di Co2 di quello prodotto nella stessa Europa. L’”aggiustamento verde” proposto dai vertici di Arcelor Mittal consiste nel fatto che qualsiasi deficit di Co2 venga compensato dall’importatore. Per i vertici di Arcelor Mittal, “questa misura incentiverebbe la riduzione effettiva delle emissioni di carbonio” e al tempo stesso “impedirebbe l’erosione della competitività dell’industria europea dell’acciaio” che oggi sostiene costi dovuti alle misure ambientali che altri produttori mondiali non sostengono.(AGI) Per Borraccino “è sorprendente che a spingere per mettere al centro dell’agenda politica europea la riduzione delle emissioni di Co2 sia la multinazionale neo proprietaria della più grande fabbrica di acciaio del continente, che utilizza il carbone nel ciclo produttivo. Ma se questo avviene - osserva Borraccino - è perché anche il mondo della produzione ha compreso che serve un grande cambiamento tecnologico per rilanciare l’economia del vecchio continente e per costruire un futuro sostenibile”. “Rimaniamo fortemente critici sull’operazione traghettata dal Governo per l’acquisizione di Ilva - dichiara ancora l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia - ma va riconosciuto ad ArcelorMittal che su questo punto ha centrato il bersaglio e gliene diamo atto volentieri. Da anni - aggiunge - il presidente Emiliano lo pone al centro dell’attenzione e ne ha fatto una battaglia politica, spesso scontrandosi contro un muro di indifferenza da parte del Governo nazionale. Noi riteniamo che la decarbonizzazione della produzione di acciaio per passare al gas naturale sia conveniente per l’ambiente e per la salute, anche se restiamo fermi sull’idea che a monte di tutto si debba fare la Valutazione del rischio e dell’impatto sanitario”. Per la Regione Puglia, “in ogni caso il tema posto da ArcelorMittal va messo al centro dell’agenda della politica nazionale ed europea. Contrastare i cambiamenti climatici è urgente - conclude l’assessore Borraccino - e l’accordo d Parigi deve trovare piena applicazione. Per farlo, serve un piano di sostituzione del carbone con altre fonti naturali e rinnovabili”.

Letto 145 volte Ultima modifica il Mercoledì, 12 Dicembre 2018 15:03